29.6.04

DEIEZIONI VIETATE


Via i cani dal centro:


Treviso, 19:34
Sindaco leghista vieta il centro ai cani
Sarà interdetto ai cani dal 10 luglio il centro storico di Treviso, per il frequente "mancato recupero delle deiezioni". Lo ha deciso il sindaco leghista, Giampaolo Gobbo.



A Londra invece ci hanno pensato per tempo con questi graziosi orinatoi hi-tech.





da massimo mantellini alle 19:52



::::::::::::::::::::::::::


GUINNESS (e TUNNEL CARPALE)





Io - che credo di aver scritto in tutta una vita una decina di SMS - nemmeno ci provo. Pare che una tizia di Singapore ci abbia messo 46 secondi. A scrivere sul telefonino questo messaggio qui:


'The razor-toothed piranhas of the genera Serrasalmus and Pygocentrus are the most ferocious freshwater fish in the world. In reality they seldom attack a human'


da massimo mantellini alle 19:39



::::::::::::::::::::::::::

28.6.04

TRASLOCANDO


Ci stiamo preparando al trasferimento al mare. E insomma qui c'e' una gran confusione. Cosi' fra le altre cose questo blog per il mese di luglio passara' dalla banda larga dell'adsl a quella strettissima del gprs. Nessun attachment di grosse dimensioni verra' quindi perdonato.


da massimo mantellini alle 14:43



::::::::::::::::::::::::::

26.6.04

PSICOPATOLOGIA di BRONTOLO


Leggo Brontolo, qualche volta. Anche se non mi piace leggerlo. Certo trovo qualche sua intuizione divertente, qualche volta geniale ma nel complesso leggo i suoi post su Macchianera per le stesse ragioni per cui rallento e do una occhiata quando incontro un incidente stradale. Conosco troppo bene, l'ho frequentato ogni giorno da anni, il machismo da bar del "mi trombo tua sorella" per non riconoscerlo e non provare un lieve fastidio fisico a ritrovarmelo anche in forma di blog. E per ragioni - immagino - anagrafiche, non subisco nemmeno il fascino del non sapere chi diavolo sia Brontolo e per quali incidenti della vita frequenti il bel mondo della gente famosa che conta. Sempre che sia cosi'. Le sue continue insinuazioni del tipo "tu non sai chi sono io" sono in fondo tenere, cosi' come sono teneri (e un po' teste di cazzo) i maschi da bar che poi tornano a casa dalla moglie ed indossano quieti le pattine. Si incontrano persone formidabili sui blog: io in questi anni ne ho conosciute diverse. Poi magari leggi anche Brontolo, cosi come quando eri un po' piu' giovane davi una occhiata, con un occhio chiuso ed uno semiaperto, a Rotten.com.


da massimo mantellini alle 16:16



::::::::::::::::::::::::::


GENITORI ASPIRAZIONALI?


Io trovo le ricerche commissionate dale grandi aziende spesso degne di essere lette. Se non altro per ragioni umoristiche. Ogni anno Intel commissiona ad Eurisko una ricerca sull'uso delle tecnologie fra i sedicenni. Di questi tempi escono i risultati ed i giornali ossequiosi ne danno conto. In mezzo a numeri mediamente interessanti (per esempio - e mi pare strano - la ricerca di quest'anno indica una penetrazione del PC nelle case italiane del 92% mentre solo un anno fa era al 75%) si trovano chicche tipo questa (tratta da un articolo su quella del 2003):


(I sedicenni) Hanno anche le idee chiare sul PC dei loro sogni: oltre a essere portatile e con un processore Intel Pentium - perché Intel è sinonimo di durata, affidabilità e garanzia, ed è un marchio che associano alla qualità superiore di notissimi brand di abbigliamento sportivo


Piu' seriamente, il dato interessante che esce dalla ricerca di quest'anno mirata sul rapporto adulti-adolescenti-tecnologia e' che la maggioranza dei genitori ha ancora grosse perplessita'. Ad un 19% di genitori "entusiasti" nei confronti delle nuove tecnologie si contrappondono il 24% dei "resistenti" e il 16% degli "scettici". Poi esiste una terra di mezzo rappresentata dal 41% dei genitori "aspirazionali" sulla cui natura ci si potrebbe interrogare a lungo.



da massimo mantellini alle 07:41



::::::::::::::::::::::::::

25.6.04

DALLA CARTA al BIT


A poche settimane dal suo esordio, senza che io abbia mai avuto occasione di vederne almeno una copia, Mediaquotidiano rinuncia alla versione cartacea. Che a casa mia e' come dire che (quasi) rinuncia ad esistere. Peccato.


Non costituimmo una cooperativa né cercammo parlamentari compiacenti a farci da protettori. Un giornale deve reggersi sulle proprie gambe. I lettori hanno deciso che le nostre devono essere quelle del web. Manteniamo la promessa e obbediamo alla legge del mercato.


(via wittgenstein)


da massimo mantellini alle 19:00



::::::::::::::::::::::::::


POVERO GIORGIO


Dopo l'esempio nefasto di PresdelCons, ad un passo dai ballottaggi anche Ombretta Colli spamma i cellulari. Avanti cosi'.


da massimo mantellini alle 18:04



::::::::::::::::::::::::::

23.6.04

A PRANZO da ABY





Vediamo se ho capito bene. Aby Warburg era un signore tedesco con la fissa dei libri e della storia dell'arte. Primogenito di quattro figli maschi di un banchiere di Amburgo lascio' volentieri al fratello Max gli onori dell'alta finanza per dedicarsi ad una strana ossessione intellettuale. Quella di creare una specie di biblioteca dei collegamenti nella quale storia, religioni, pittura e letteratura, miti, astrologia e scienze alchemiche si incontrassero e si scambiassero spunti ed informazioni. Dico io - da ignorante - cercando di immaginarmela, una specie di Internet dei fogliettini e delle cartellette, nella quale riunire, sugli scaffali di una biblioteca fino ad allora mai tentata, informazioni diversissime che si completassero l'una con l'altra....(continua)


da massimo mantellini alle 23:32



::::::::::::::::::::::::::


CONVERGENZE PARALLELE





Le applicazioni possibile delle reti wireless sono molto interessanti. Anche in ambito casalingo ed al di fuori della complessa questione della connettivita' mobile a Internet. Mi aspetto che nel giro di poco se ne inizi a parlare anche in Italia come della finalmente giunta convergenza fra i vari media elettronici. Per esempio quando Pinnacle decidera' di distribuire ampiamente il suo Show Center o Netgear il suo device mp101. Si tratta di prodotti pensati per tutti, anche se per tutti forse ancora non sono. In ogni caso non c'e' alcuna convergenza da registrare. Questi sistemi sanciscono invece la centralita' del PC rispetto ad ogni altro media riducendo il televisore e l'impianto stereo alla funzione di mere (utilissime) periferiche.


da massimo mantellini alle 11:01



::::::::::::::::::::::::::


DI MALE in PEGGIO





The annual study from research firm Teleconomy reveals that 10 to 14-year-olds - dubbed M-Agers - are rapidly becoming the most sophisticated users of phones. (bbc news)



da massimo mantellini alle 10:54



::::::::::::::::::::::::::

22.6.04

GOSSIP


E' vero che al peggio non c'e' mai fine, ma le voci di questi giorni su una possibile rimozione del Ministro delle Comunicazioni Gasparri, a me paiono comunque ottime voci.



da massimo mantellini alle 13:13



::::::::::::::::::::::::::


ASSURDO


Inizia Wimbledon ed io torno a casa.



da massimo mantellini alle 08:33



::::::::::::::::::::::::::

21.6.04

FRATTINI CHI?


Oggi io e Alessandra eravamo a pranzo all'Universita' di Londra con un professore italiano che insegna da tanti anni in un prestigioso istituto di quella citta'. Ci raccontava ridendo di aver appena ricevuto la telefonata disperata di una amica che gli chiedeva di partecipare ad una conferenza del Ministro degli Esteri Frattini che si sarebbe tenuta da li' a pochi minuti. La ragione di tutta questa fretta? L'auditorio semivuoto.


da massimo mantellini alle 23:13



::::::::::::::::::::::::::

18.6.04

LONDON RESTAURANTS


Io e Alessandra siamo in partenza per Londra dove ci tratterremo un paio di giorni. Sono graditi suggerimenti enogastronomici. Che mangiare a Londra e' sempre un bel problema.


da massimo mantellini alle 17:27



::::::::::::::::::::::::::


ETOLOGIA di BIT





Mi pare che le gesta di Loredana Morandi (qui un riassunto cattivello su Macchianera) potrebbero efficacemente riassumere dentro un'unica vicenda le gioie e le miserie della comunicazione elettronica. Le persone - si sa - sono diverse fra loro. Ed i pensieri scritti su un blog ci sembrano avvolti da una leggerezza che tante volte invece non hanno. Basta convertire una sciocca diatriba di bit in una telefonata per fare rischiare il posto di lavoro a una brava persona. Nulla e' virtuale insomma quando la testa delle persone "non sta al gioco". Tuttavia il panorama sociale che gli incroci di spada dei nostri messaggi su Internet descrivono e' meno brutto di come sembra. Non e' vero che se i forum di PI o i commenti del blog di Repubblica o i newsgroup sono pieni di acredine, gallismi ed idiozie-belle-e-buone tutto cio' ci aiuti a comprendere meglio il mondo. Siamo come i cani di Lorentz (se ricordo bene) che una volta interrotta la staccionata che li divide, smettono di abbaiarsi furiosamente l'un l'altro. Poi capita che qualche Loredana della staccionata possa fare a meno, ma questo e' tutto un altro discorso.


da massimo mantellini alle 16:38



::::::::::::::::::::::::::

15.6.04

BLOGGER e POLITICA


Il prossimo 17 giugno presso la sala Walter Tobagi della FNSI (C.so Vittorio Emanuele II, 349, dalle 9,30) a Roma tre valenti blogger, Giuseppe Granieri, Gino Roncaglia ed Antonio Sofi discuteranno di Blog e politica con Riccardo Stagliano' e Alberto Abruzzese, in un incontro di studi organizzato dalla fondazione Einaudi. Ne parla anche PI.


da massimo mantellini alle 12:02



::::::::::::::::::::::::::


CONCLUSIONI ELETTORALI


Per chiudere questa breve parentesi elettorale, mi pare si possa dire che il dato politico fondamentale che esce da queste elezioni e' che Paolo Cirino Pomicino, un signore che solo qualche anno fa era al centro delle cronache giudiziarie del paese, e' stato eletto al Parlamento Europeo.


da massimo mantellini alle 09:09



::::::::::::::::::::::::::

13.6.04

ANTEPRIMA PUNTO INFORMATICO





Contrappunti, su Punto Informatico di domani.


Legge talebana. Così assai frequentemente sento definire la normativa sulla privacy da parte dei tanti che vorrebbero maggiori libertà di utilizzo dei nostri dati personali. Nella schiera di questi sostenitori di una maggiore elasticità di utilizzo delle nostre caselle di posta elettronica, dei nostri dati sanitari e dei nostri numeri di telefono, deve esserci anche il Presidente del Consiglio Berlusconi, che nell'imminenza del voto europeo dello scorso weekend ha inviato su tutti i nostri telefonini un SMS per rammentarci come e quando andare a votare.(continua)


da massimo mantellini alle 15:14



::::::::::::::::::::::::::


DIVENTERO' come BONDI ?





Visto che il Presidente del Consiglio viola il silenzio elettorale questo e' un SMS che mi e' stato spedito ieri non so bene da chi.


da massimo mantellini alle 09:36



::::::::::::::::::::::::::

11.6.04

CHIUDO la CAMPAGNA ELETTORALE


Pare sia una mania di queste ore dichiarare le proprie intenzioni di voto. Io per ora sono certo degli schieramenti per cui non votero' con una unica eccezione. Certo non votero' per Berlusconi. Mi preoccupa Berlusconi, come nessun politico mi ha mai preoccupato. E mi preoccupano i suoi alleati, dagli incolti leghisti, ai missini riciclati, ai melliflui residui della destra DC. Ne' il mio voto andra' alla lista Bonino nota spammer della rete internet. Non votero' per la Margherita del golfista Rutelli e nemmeno per i rifondatori del comunismo in cachemire e portaocchiali. Non votero' per i DS, ingolfati da personaggi impresentabili come D'Alema, Mussi, Folena e compagnia, scampati non si sa come ad una sconfitta elettorale meritata che avrebbe dovuto restituirli ad altre differenti attivita'. Non votero' per i contrabbandieri di voti e poltrone tipo Mastella e nemmeno per gli assassini della consecutio alla Di Pietro. Insomma domani vedremo: l'unica cosa che so e' che per il consiglio comunale di Forli' votero' per Alessandro Ronchi. Che e' giovane, e' entusiasta, ha buone idee e come me ama Internet. Poco ma sicuro.


da massimo mantellini alle 22:48



::::::::::::::::::::::::::

10.6.04

VIDEOTELEFONAMI fra VENTANNI





Oggi Telecom Italia ha annunciato la prossima disponibilita' del servizio di videotelefonata su rete fissa. I costi di esercizio sembrano bassi (6 centesimi al minuto), i terminali costosi (199 euro). Ma il punto fondamentale e' un altro. Le videochiamate sembrano non interessare nessuno. Nonostante il martellamento pubblicitario non interessano gli utenti della telefonia mobile e non si vede perche' debbano improvvisamente interessare i vituperati utenti di apparecchi fissi. In realta si tratta di una mossa conservativa: a Telecom come altrove non hanno alcuna idea di come in futuro verranno utilizzati i telefonini 3G ( e' sintomatico che "3" l'unico operatore italiano UMTS in servizio effettivo racimoli clienti con le tariffe voce a prezzi stracciati) e nell'ipotesi remota che una stupidata come le videochiamate abbia successo si tutelano. Non sia mai.


da massimo mantellini alle 23:07



::::::::::::::::::::::::::


IL GOVERNO SPAMMA i CELLULARI


Allora, se capisco bene, pare certo che fra oggi e domani tutti i possessori di un abbonamento ricaricabile di telefonia mobile riceveranno questo SMS firmato Presidenza del Consiglio:


"Elezioni 2004 Si vota sabato 12 dalle 15 alle 22 e domenica 13 dalle 7 alle 22. Necessari documento e tessera elettorale. Presidenza del Consiglio dei Ministri"


Indipendentemente da qualsiasi questione tecnico giuridico mi pare un brutto segno di invasione delle nostre vite.




da massimo mantellini alle 21:25



::::::::::::::::::::::::::


PARITA' GMAIL


Oggi Andrea, che qualche tempo fa si e' aggiudicato da queste parti un invito all'utilizzo di Gmail, mi ha scritto una bella mail nel quale mi offriva indietro un altro invito cosi' che io lo potessi estendere ad altri.


Massimo, adesso dispongo anche io di un invito GMail, visto che mi hai
fatto la cortesia di regalarmelo tu, se ti serve te lo posso
restituire, o lo posso dare a qualcuno da te indicato.



Mi ha fatto piacere ma non ce ne e' bisogno. E vedo che anche a Gaspar e' accaduto qualcosa del genere. Cosi' oggi ho anch'io un altro paio di inviti da regalare. Facciamo ai primi due che commentano. A patto che uno dei due sia una donna.


da massimo mantellini alle 18:32



::::::::::::::::::::::::::


CIAO FOSCO





Un paio di giorni fa e' morto Fosco Maraini. I giornali italiani quasi non se ne sono accorti. Maraini era semplicemente uno dei pochi veri uomini di cultura di questo povero paese. Un grande viaggiatore, un raffinato conoscitore del Giappone e di tutto l'oriente un fotografo straordinario. Santifichiamo gli imbecilli e dimentichiamo i grandi. Qualche tempo fa io ed Alessandra, uscendo dalla mostra delle foto scattate da Maraini in Tibet fra il 1937 e il 1948 dicevamo che il mondo avrebbe un gran bisogno di persone del genere. E loro invece, silenziosamente, se ne vanno.


da massimo mantellini alle 18:05



::::::::::::::::::::::::::

9.6.04

SQUALLORE BIPARTISAN





(via Giornalismo&Giornalismi;)


da massimo mantellini alle 20:26



::::::::::::::::::::::::::


GMAIL per TUTTI





Si spargono fra i blog gli account Gmail. Se qualcuno li vende su Ebay i blogger italiani li regalano (o quasi). .mau. fara' un sorteggio domani. Macchianera chiede ai lettori come fare a regalarlo. Dotcoma lo scambia con una intro in flash.


da massimo mantellini alle 11:40



::::::::::::::::::::::::::


UCCIDERE il PUBBLICO DOMINIO





Il WIPO sta preparando una nuova normativa sul copyright delle trasmissioni broadcast. IPJustice elenca 10 ottime ragioni per cui una simile proposta deve essere rigettata.



da massimo mantellini alle 11:25



::::::::::::::::::::::::::

8.6.04

LIBERI (appena in tempo)


Il tempismo della liberazione dei tre ostaggi italiani in Iraq mi ha fatto venire in mente una frase letta su Brodo giusto ieri:


Pare che Bush sia molto incazzato con Reagan. Gli aveva chiesto di morire verso ottobre, e quello ha anticipato i tempi. Se gli si rompe il surgelatore, c’è anche il rischio che Bin Laden vada a male durante l’estate.


Sull'argomento utile anche Dagospia sempre di ieri (grazie a g.g. per la segnalazione):


E' solo un'ipotesi, ovviamente. Ma se gli ostaggi italiani in Iraq, anziché essere uccisi, fossero liberati poco prima delle elezioni? E se il presidente del Consiglio accogliesse loro, trionfante, all'aeroporto di Ciampino (visti anche tutti i soldi che ha pagato personalmente per il riscatto)? Un sondaggio riservatissimo darebbe un incremento di consensi per Forza Italia pari al 2,8 per cento, e una sensibile crescita dei voti di preferenza per il presidente del Consiglio.



da massimo mantellini alle 21:39



::::::::::::::::::::::::::


PUMMAROLA





Copio da Vogliaditerra:


Un terzo del pomodoro trasformato, venduto in Italia, è di origine cinese, ottenuto da concentrato che arriva quasi sempre in condizioni igieniche precarie su carrette del mare, eludendo i dazi doganali grazie a permessi di temporanea importazione.
Il concentrato asiatico, spesso ottenuto da coltivazioni Ogm, e con massiccio impiego di prodotti chimici da noi vietati, viene poi diluito e lavorato, e magicamente la passata diventa italiana, senza più indicazione di origine.
(fonte)



da massimo mantellini alle 19:48



::::::::::::::::::::::::::

7.6.04

BLOG AZIENDALI


Sun offre la possibilita' a tutti i suoi dipendenti di aprire un blog sul sito dell'azienda.


Sun Bloggers
Welcome to Blogs.sun.com! This space is accessible to any Sun employee to write about anything.



da massimo mantellini alle 09:48



::::::::::::::::::::::::::

6.6.04

GLI INGLESI COPIANO?


Barbara Ardu' su Repubblica.it scrive un articolo su Cleanfeed (trattasi di un filtro antipedofilia di BT) pericolosamente simile ad un pezzo dell'Observer.


The Observer:
Subscribers to British Telecom's internet services such as BTYahoo and BTInternet who attempt to access illegal sites will receive an error message as if the page was unavailable. BT will register the number of attempts but will not be able to record details of those accessing the sites.
Repubblica.it:
Lo stesso accadrà a chi naviga utilizzando servizi come BTYahoo e BTInternet. La compagnia telefonica registrerà i tentativi di accesso, ma non fornirà i dettagli di chi tenta di collegarsi.


The Observer:
The move is the brainchild of John Carr, internet adviser to children's charity NCH, who wrote to Home Office Minister Paul Goggins last July urging action on paedophile websites after a successful campaign to block internet newsgroups (electronic message boards which paedophiles used to share images of children). Goggins approached internet providers last September to ask them to investigate if it would be possible. At first they were resistant, but BT came back to the Home Office last month to announce early tests of Cleanfeed had been successful.
Repubblica.it
L'iniziativa è partita da un'idea di John Carr, responsabile Internet della NCH, un'istituzione che si occupa della protezione dei bambini. Carr ha scritto al ministero degli Interni britannico chiedendo un intervento sui siti di pedofilia, dopo una battagliera campagna che è riuscita a bloccare i newsgroup pedofili presenti in Rete. Il ministero degli Interni si è dunque rivolto direttamente agli Internet provider per chiedere se fosse possibile bloccare i siti. Dopo una prima resistenza delle compagnie, la British Telecom ha annunciato lo scorso mese che i primi test sul progetto Cleanfeed avevano avuto successo.


da massimo mantellini alle 23:59



::::::::::::::::::::::::::


PROMEMORIA





Visto che tra qualche giorno si votera' per le europee conviene ricordare che gli europarlamentari italiani sono i meno assidui frequentatori del loro posto di lavoro. Nella lunga lista dei peggiori, il peggiore in assoluto e' Marcello dell'Utri che ha partecipato al 16% delle sedute. Nel corso del 2002 il bibliofilo Dell'Utri e' andato al lavoro due giorni in tutto. Esattamente il 18 novembre e il 17 dicembre. (via Loic Le Meur Blog)


update: ora visto che me ne sono accorto lo correggo, ma l'errore di digitazione "assolto" invece di "assoluto" riferito a Dell'Utri ha qualcosa di freudiano.


da massimo mantellini alle 22:31



::::::::::::::::::::::::::

5.6.04

STUPIDO e' CHI lo STUPIDO FA


Leggo su Boing Boing che qualcuno a New York starebbe pensando di vietare l'uso delle fotocamere digitali nella metropolitana. Una idea stupida con motivazioni ancora piu' stupide:


The argument is that somehow, photos of trains and platforms (not switching stations, conductor compartments, or control centres) will aid terrorists, and therefore that banning photos will make New Yorkers feel safer. So, basically, this is a stupid idea with an even stupider justification.


L'articolo, pubblicato su VillageVoice se non altro mi ha fatto scoprire Satan's Laundromat, un photoblog fantastico.


da massimo mantellini alle 23:30



::::::::::::::::::::::::::


BLOCAL





In attesa dei ritorno di Bossi la Lega, almeno dalle mie parti, si e' convertita ad una certa qual signorilita'.


da massimo mantellini alle 19:45



::::::::::::::::::::::::::


LINKS


FEED RSS
Sul NYT di un paio di giorni fa un articolo sui feed RSS.


IMPRONTE (davvero) DIGITALI
Established biometric vendor Veritouch has teamed up with Swedish design company to produce iVue: a wireless media player that allows content producers to lock down media files with biometric security. This week Veritouch announced that it had demonstrated the device to the RIAA and MPAA. (The Register)


Doc Searls sulle INTERNET RADIO:
Fourth, we need to take this chance to break radio free from the notion that it's just a commercial utility controlled by government and exempt from constitutional as well as common sense protections of free speech. That means we start our own stations, on which we play, much as we now blog, what we please. But not on the old broadcast model. Instead, on the new RSS-fortified interactive model. The one with the civic gestures we call links.


da massimo mantellini alle 14:52



::::::::::::::::::::::::::


PAOLO nelle SCUOLE


Ho avuto finora pochissimo tempo per seguire lo streaming del convegno napoletano sui blog. Segnalo comunque fra le cose che sono riuscito ad ascoltare (e per chi avra' la pazienza di cercalo all'interno del file di streaming) l'intervento in apertura di Paolo Valdemarin. Dipendesse da me lo proietterei nelle scuole di ogni ordine e grado. Altro che Abruzzese.


da massimo mantellini alle 14:39



::::::::::::::::::::::::::

4.6.04

NUOVE STRATEGIE?





La pubblicita' di questo disco di Kool and the Gang, che gira da qualche giorno sul sito di repubblica, e' il primo banner che mi capita di vedere senza alcun link. Sembra una presa in giro.



da massimo mantellini alle 19:15



::::::::::::::::::::::::::

2.6.04

TONI NEGRI e i BLOG


Splendidi refusi in un intervento di Serena Gaudino sul blog di Culture Digitali:


Dopo i convegni specializzati di Quinto Potere e le più scanzonate blog-fest di Milano organizzate da Negri, a Napoli nasce un osservatorio analitico del fenomeno legato all’Università e un osservatorio letterario che avrà come punto di riferimento....


da massimo mantellini alle 23:57



::::::::::::::::::::::::::


NOTIZIE


Il fatto che Alessandro Cecchi Paone sia bisex mi riempie di......di niente.


da massimo mantellini alle 21:09



::::::::::::::::::::::::::

1.6.04

FeeDS POLITICI





Abbiamo talmente rotto l'anima con i feed RSS che oggi perfino il sito web dei DS li adotta.


da massimo mantellini alle 23:13



::::::::::::::::::::::::::


SAN RODOTA'


Se non fosse per l'opera meritoria del garante della privacy certe mail di richiesta di consenso all'invio di un messaggio di propaganda elettorale come questa qui' sotto non le avremmo mai viste (nel senso che saremmo stati spammati direttamente).


"Gentile cittadino,
in vista delle elezioni per il rinnovo del Parlamento Europeo, Clemente Mastella avrebbe piacere di esporLe le idee di Alleanza Popolare per l'Italia e l'Europa. Nel porgerle, anche a nome di Mino Martinazzoli e Clemente Mastella, cordiali saluti, La invito, se lo desidera, a pigiare il tasto di assenso sottostante per visualizzare il messaggio.
Sandro De Franciscis
Portavoce nazionale di Alleanza Popolare-Udeur



da massimo mantellini alle 23:05



::::::::::::::::::::::::::


IL VIZIO di OSSERVARE


In molti in questi giorni, a margine di alcune cose scritte qui e su PI a riguardo di politica delle reti, netstrike e decreto urbani mi hanno chiesto piu' o meno gentilmente di essere propositivo. Dici che i netstrike ti sembrano una idiozia? Bella forza,troppo comodo, e allora tu che sei tanto bravo a criticare, cosa faresti?
Ora non vorrei sembrare arrogante ma io vorrei continuare a fare quello che ho fatto in questi anni. Osservare. E poiche' si tratta di materia che mi ha sempre interessato, in questi anni ho osservato per esempio il totale fallimento dei tentativi di aggregazione in rete. Ho visto la fine di tutti quei movimenti che in qualche maniera ci hanno provato "dal basso": da Alcei a Citta' Invisibile, dai movimenti contro la Tut alle mille sigle casuali comparse in rete come meteore ed in un attimo scomparse. Dice: loro almeno qualcosa hanno tentato. Vero, molto giusto. Tutta la mia ammirazione di osservatore interessato.

Non mi piace il termine "popolodellarete", anche se magari si tratta solo di una specie di slogan. E trovo abbiano ragione quanti affermano che ormai 10 milioni ed oltre di italiani in rete rendono superflua una simile specificazione. Sinceramente sulla svolta democratica che la rete portera' al mondo reale ho scarsissime aspettative. Si trattasse anche di dopodomani.

Scrive oggi Fiorello Cortiana su QS:


so bene che il "popolo della rete" è geloso della propria autonomia e non è disposto ad alcuna cessione della propria sovranità.


Non esistono sovranita' in rete. Forse nemmeno autonomie. Pero' imperano i luoghi comuni. Esisteva un tempo un labirinto di indicazioni di comportamento su Internet che oggi e' andato quasi interamente perduto. Sarebbe stato un ottimo laboratorio per qualsiasi forma di democrazia offline. Ma non ne abbiamo saputo trarre alcuna indicazione e ora siamo idioti online esattamente come offline.

Cortiana rappresenta oggi in Italia l'esempio di una avanguardia di politici illuminati sui quali fare immediato affidamento: nello stesso tempo il suo lavoro e quello di pochi altri, indica l'unica strada seria da seguire anche per noi elettori. Dieci milioni di persone che delegano con il loro voto politici che conoscano Internet e' oggi la meno improbabile fra le utopie di sviluppo tecnologico del paese. Certo i risultati non saranno immediati, magari ci vorra' un cambio generazionale e molti altri decreti Urbani ci attendono. E qualche altro Ministro Gasparri e anche qualche altro Pietro Folena. Ma da osservatore mi pare non ci sia alcuna strada alternativa praticabile.


da massimo mantellini alle 21:28



::::::::::::::::::::::::::