Torna alla pagina principale di Google
 Google - Informazioni per webmaster
Home

Tutto su Google

Informazioni per webmaster
Indice
Inserimento nell'indice
Mancato inserimento nell'indice
Inserimento inesatto nell'indice
Domande sulla posizione dei risultati
Istruzioni
Vero e falso
Ottimizzatori per motori di ricerca
Domande frequenti (FAQ)

Istruzioni per il webmaster

Vi consigliamo di attenervi a queste istruzioni affinché Google trovi il vostro sito per l'inserimento nell'indice e il posizionamento, il modo migliore per garantire la visualizzazione dell'URL tra i risultati della ricerca. Anche se scegliete di non implementare nessuno di questi suggerimenti, vi consigliamo di prestare particolare attenzione alle indicazioni relative alla qualità, che descrivono sommariamente alcuni fra i comportamenti illeciti che possono implicare la completa rimozione del sito dall'indice di Google. Una volta rimosso, il sito non sarà più visualizzato nei risultati su Google.com o in qualsiasi sito partner di Google.

Istruzioni su struttura e contenuto:

  • Progettate un sito con gerarchia e links testuali comprensibili. Ogni pagina dovrà essere raggiungibile da almeno un link testuale statico.
  • Offrite agli utenti una mappa del sito con links che puntino alle sezioni più importanti. Se la mappa del sito contiene più di 100 links, suddividere la mappa in pagine separate.
  • Create un sito utile e ricco di informazioni, con pagine che descrivano in modo chiaro e accurato il contenuto del sito.
  • Pensate alle parole che gli utenti potrebbero digitare per trovare le vostre pagine e accertatevi che siano incluse nel vostro sito.
  • Provate a utilizzare del testo anziché immagini per visualizzare nomi, contenuti o links importanti. Il programma di scansione di Google non riconosce il testo contenuto nelle immagini.
  • Assicuratevi che il tag TITLE e gli attributi ALT delle immagini siano descrittivi e precisi.
  • Verificate l'eventuale presenza di links inaccessibili e la correttezza del codice HTML.
  • Se decidete di utilizzare pagine dinamiche (es. l'URL contiene un carattere '?'), ricordate che non tutti gli "spider" dei motori di ricerca effettuano la scansione di pagine dinamiche oltre a quelle statiche. È utile prevedere un numero esiguo di parametri brevi.
  • Limitate il numero di link in una pagina a una quantità ragionevole (meno di 100).

Istruzioni tecniche:

  • Utilizzate un browser di testo come Lynx per esaminare il vostro sito, in quanto molti spider dei motori di ricerca rilevano il sito allo stesso modo di Lynx. Se caratteristiche avanzate quali Javascript, cookies, ID di sessione, frame, DHTML o Flash vi impediscono di visualizzare l'intero sito in un browser di testo, anche gli spider dei motori di ricerca potrebbero incontrare problemi durante la scansione del vostro sito.
  • Consentite ai motori di ricerca di eseguire la scansione dei vostri siti senza ID di sessione o argomenti che ne rilevano il percorso in tutto il sito. Queste tecniche sono utili per la rilevazione del comportamento del singolo utente, ma lo schema di accesso dei programmi automatizzati è completamente differente. L'utilizzo di queste tecniche può condurre a un'indicizzazione incompleta, poiché i programmi automatizzati non sono in grado di eliminare gli URL che hanno un aspetto diverso, ma puntano effettivamente alla stessa pagina.
  • Assicuratevi che il vostro server Web supporti l'intestazione HTTP If-Modified-Since. Questa funzione consente al server Web di comunicare a Google se il contenuto è stato modificato dall'ultima volta che è stata eseguita la scansione del vostro sito. L'implementazione di questa funzione consentirà di limitare l'uso di larghezza di banda e di ridurre il sovraccarico.
  • Utilizzate il file robots.txt nel vostro server Web. Questo file comunica ai programmi di scansione quali directory è vietato o è concesso scansionare. Assicuratevi che il file sia aggiornato, in modo da non bloccare involontariamente il crawler di Google. Visitate il sito http://www.robotstxt.org/wc/faq.html (informazioni in lingua inglese) per le risposte alle domande frequenti riguardanti i programmi automatizzati (robot) e le modalità di controllo degli stessi quando visitano il vostro sito.
  • Se la vostra azienda acquista un sistema di gestione contenuti, assicuratevi che questo sia in grado di esportare il vostro contenuto in modo che gli spider dei motori di ricerca possano eseguire la scansione del vostro sito.

Quando il sito è pronto:

  • Quando il sito è in linea, segnalarlo a Google all'indirizzo http://www.google.it/add_url.html.
  • Assicuratevi che tutti i siti che dovrebbero essere al corrente delle vostre pagine siano avvertiti della presenza in linea del vostro sito.
  • Segnalate il vostro sito alle principali directory, quali Open Directory Project e Yahoo!.
  • Per ulteriori informazioni, consultate regolarmente la sezione di Google dedicata ai webmaster.

Norme di qualità - Principi basilari:

  • Progettate le vostre pagine per gli utenti, non per i motori di ricerca. Non ingannate i vostri utenti presentando un contenuto diverso da quello illustrato nei motori di ricerca.
  • Evitate i trucchi per migliorare il posizionamento nei motori di ricerca. Una buona regola empirica consiste nel verificare con quanta facilità si potrebbe spiegare il proprio comportamento a un sito Web concorrente. Un altro test utile consiste nel chiedersi se quanto state facendo sarà d'aiuto ai vostri utenti e che cosa fareste se i motori di ricerca non esistessero.
  • Non usufruite di schemi di link progettati per migliorare la posizione del vostro sito o il punteggio PageRank. In particolare, evitate link verso siti web che usano trucchi di posizionamento (web spammer) in quanto ciò potrebbe influire negativamente sulla vostra posizione.
  • Non utilizzate programmi non autorizzati per inviare pagine, verificare la posizione e così via. Tali programmi sfruttano le risorse di elaborazione e rappresentano una violazione dei termini e condizioni di servizio di Google. Google sconsiglia l'utilizzo di prodotti come WebPosition Gold™ che inviano query (ricerche) automatiche o programmatiche a Google.

Norme di qualità - Consigli specifici:

  • Evitare testo o links nascosti.
  • Non usare cloaking o tecniche di reindirizzamento subdole.
  • Non inviare a Google query automatizzate.
  • Non caricare pagine con parole non pertinenti.
  • Non creare più pagine, sottodomini o domini dal contenuto sostanzialmente duplicato.
  • Evitare pagine di rimando (doorway) create solo per i motori di ricerca o altri approcci "preconfezionati" come programmi di affiliazione dal contenuto originale scarso o nullo.

Le presenti norme di qualità illustrano le forme più comuni di comportamento ingannevole o a scopo di manipolazione, ma Google può rispondere in maniera negativa ad altri comportamenti ingannevoli qui non elencati (es. abbindolare gli utenti registrando nomi di siti il cui nome sia simile nell'ortografia a quello di altri siti Web ben più noti). Non è corretto credere che Google approvi una tecnica ingannevole solo perché non è elencata in questa pagina. I webmaster che si impegnano a sostenere i principi di base sopra elencati offriranno una migliore esperienza agli utenti e, di conseguenza, godranno di un miglior posizionamento rispetto a coloro che passano il tempo a cercare scappatoie da sfruttare.

Se ritenete che un altro sito stia abusando delle norme di qualità di Google, denunciate il sito all'indirizzo http://www.google.it/webmasters/spamreport.html. Google privilegia lo sviluppo di soluzioni scalabili e automatizzate ai problemi, quindi cerchiamo di minimizzare gli interventi manuali nella lotta allo 'spam' (tecniche ingannevoli). Le segnalazioni di spamming che riceviamo vengono usate per creare algoritmi scalabili in grado di riconoscere e bloccare automaticamente i futuri tentativi di spam.