» Pagina principale » Informazioni » Registrazione newsletter
©2004 Infantiae.Org™ s.r.l.
 
 

 

 

» Portfolio
» Informazioni
» Note legali

»
Sede legale
Infantiae.Org™ s.r.l.
Via di Tor Fiorenza, 38
00199 - Roma, Italia

infantiae.it@infantiae.org
FAX +39.06.86209159

» Aree generale
Seminari e Convegni


»
Newsletter
I numeri precedenti
Pagina di registrazione

» Aree di ricerca
Generale
Attività didattiche
Newsletter


Catalogo online di Emporio Infantiae.Org™

Cofanetto "FOAi"
» Bambini e lingua scritta
- € 14,50 libro + cd-rom

Cofanetto "ELABORA"
» Educazione scientifica

- € 18,50 libro + cd-rom

  » Newsletter n. 218 | del 01.12.2004
 
 

(1) "Suono o Sono? Un compito di consapevolezza fonologica" (quarta e ultima parte)

di Margherita Orsolini, Sara Capriolo e Angela Santese - Facoltà di Psicologia 2 – Università “La Sapienza”, Roma

In questa serie di articoli (quattro ndr) presentiamo un compito di consapevolezza fonologica (Suono o Sono?) che abbiamo realizzato anche come cd-rom, in collaborazione con il gruppo di Infantiae.Org™ . Il cd-rom "Suono o Sono?" sarà disponibile per l'acquisto a partire dal 15 gennaio 2005. Per maggiori informazioni scrivi a: infantiae.it@infantiae.org

L’uso del compito Suono o Sono? In un laboratorio di attività linguistiche

Da alcuni anni abbiamo sperimentato un laboratorio di attività linguistiche in due scuole dell’infanzia situate in un quartiere periferico di Roma e frequentate da bambini di varia provenienza socio-culturale, con una prevalenza di famiglie a basso reddito. Uno dei problemi che le insegnanti segnalavano in queste scuole era il basso livello di sviluppo linguistico dei bambini, evidente soprattutto nella povertà del lessico e nella scarsa capacità narrativa.

La lettura continua

 

(2) La programmazione nella formazione dei docenti

di Maria Chiara Michelini, Dirigente di tirocinio didattico all’Università di Urbino

La questione del posto che la programmazione occupa, o è bene che occupi, nella formazione iniziale degli insegnanti si articola essenzialmente in due categorie di problemi:
Quali competenze devono essere possedute dall’insegnante?
Quali strategie garantiscono una formazione efficace per i futuri docenti?

Ma ancor prima di tentare una sintetica ricognizione di questi intrecci problematici, riandiamo all’interrogativo che John Dewey idealmente pone al centro del tavolo e cioè se: “l’educazione sia piuttosto arte che scienza (….). Se ci fosse una antitesi tra scienza e arte, mi sentirei costretto a schierarmi con coloro che affermano l’educazione essere un’arte. Ma non vi è alcuna antitesi, pur potendosi fare una distinzione (…..). La padronanza dei metodi scientifici e la riduzione dell’argomento a sistema affranca gli individui; rende loro possibile di vedere nuovi problemi, di escogitare nuovi procedimenti, e, in generale, favorisce la diversificazione più che la regolare uniformità” (J. Dewey, Le fonti di una scienza dell’educazione, , Firenze, La Nuova Italia, 1967, pag.5-6). La programmazione si è giocata in questi anni nelle scuole italiane mentre serpeggiava un equivoco di fondo sul suo ruolo, ancor prima che sui suoi modi, dentro il vero equivoco tra arte e scienza in campo educativo, per cui alla programmazione si è contrapposta spesso la categoria della creatività e della libertà intellettuale.

La lettura continua

 

(3) Il tirocinio come percorso formativo integrato (I)

di Franco Biancardi, Dirigente scolastico, supervisore coordinatore delle attività di tirocinio nell’Università degli Studi “Suor Orsola Benincasa” di Napoli – Facoltà di Scienze della Formazione


1. I fondamenti normativi del tirocinio didattico

Allo scopo di comprendere l’importanza delle attività di tirocinio didattico nell’economia del corso di laurea in Scienze della formazione primaria, finalizzato alla formazione iniziale di livello universitario per i futuri docenti della scuola dell’infanzia e della scuola elementare, è opportuno prendere le mosse da una breve disamina dei suoi fondamenti normativi.
Di preparazione universitaria iniziale per tutti i docenti delle scuole di ogni ordine e grado, compresi gli educatori della scuola materna ed elementare, si comincia a parlare già nell’art. 4 della Legge 30.7.1974 n. 477, storicamente conosciuta come la legge delega al Governo per il riordinamento dello stato giuridico del personale scolastico, da cui discendono i cinque decreti delegati emanati il 31.5.1974, ma è solo con la Legge 19 novembre 1990 n. 341 che si stabilisce e si organizza in maniera definitiva tale tipo di formazione; in particolare, l’art. 3, comma 2, di questa legge la prevede espressamente per gli insegnanti della scuola dell’infanzia e della scuola elementare mentre l’art. 4, comma 2, la disciplina per i docenti delle scuole secondarie. La 341, inoltre, prevede espressamente attività di tirocinio per entrambi tali gradi scolastici.

La lettura continua

 

 


 

 

 


» Area generale
lnformazioni

» La newsletter
l numeri precedenti
La pagina di registrazione

» Le "Sezioni Speciali"
Curricolo, programmazione, pof
Ambiente e territorio
Il tirocinio
Riordino dei cicli scolastici
Diagnosi e intervento a scuola
Come romanzi...
Le città su Infantiae.Org™
lnfanzia e lingua scritta
Giocare con Infantiae.Org™
lnfantiae.Org™ e M. Montessori
lnfantiae Nido

» Scrivi ad Infantiae.Org™
Editore
Direttore
Redazione

» Ricerca

 

 
 
    » Cos'è e come iscriversi alla nostra newsletter
 


» Cos'è una newsletter?

La newsletter Ŕ una modalitÓ di comunicazione via Internet (testo scritto e/o pagina web) che viene inoltrata direttamente nella casella di posta elettronica di un utente/abbonato. Ogni mercoledì gli abbonati alla news di Infantiae.Org™ ricevono gratuitamente, via e-mail, un breve messaggio di testo con i titoli dei diversi contributi settimanali.

» Iscriviti subito!
Progetti didattici, esperienze, recensioni di testi, notizie di attualità sulle politiche educative delle diverse realtà territoriali, rappresentano solo una parte dei contenuti che settimanalmente proponiamo ai nostri lettori. »
Pagina di registrazione

» Come consultare le newsletter precedenti?
(A) Visitando il nostro "archivio"
(B) Utilizzando il database in basso

» Come funziona il database?
(A)
Digitare all'interno della casella di testo l'informazione "letter01" per la newsletter n.1, "letter02" per la newsletter n.2 e così via
(B) Cliccare il pulsante "Invia" a lato.

- ATTENZIONE! Per evitare l'intero elenco delle newsletter precedenti, ovvero centinaia di news in un singolo files, digitare specificatamente "letter01" (letter con numero senza spazi e virgolette) e non soltanto la parola "letter". In questo caso il database pubblicherà l'intero elenco dei files contenenti la parola letter!

» Continua la ricerca

• ATTENZIONE! Per evitare l'intero elenco delle newsletter precedenti, ovvero centinaia di news in un singolo files, digitare specificatamente "letter01" (letter con numero senza spazi e senza virgolette ndr) e non soltanto la parola "letter". In questo caso il database pubblicherà l'intero elenco dei files contenenti la parola letter!

 

 

 
  ©1999-2004 Infantiae.Org™ s.r.l. | Tutti i diritti riservati