Matrix

Ciao, mi siete mancati.

Scherzo, non è vero. ( -Che stronzo!- )

Ieri ho guardato buona parte di Matrix insieme ad alcuni di voi che erano collegati in chat. Si è commentato insieme quello che veniva scodellato dal cameriere butterato.

Parlavano di satira e libertà televisiva. Ospiti: Confalonieri, Petruccioli ( suo grande amico ), Scurati ( il vincitore dello Strega che freddò Vespa con una battuta), Pietrangelo Buttafuoco ( Panorama ), Vergassola e Bertolino.

I momenti di vertigine:

* Confalonieri che dà a Santoro del fazioso, mentre Petruccioli, inquadrato, annuisce con vigore. ( Ci stiamo abituando a questo: gente che lecca il culo a Berlusconi da quarant'anni dà del fazioso agli altri. )

*Il lapsus di Petruccioli:-Santoro tornerà a fare il DIRET…il giornalista in Rai.-

*Mentana che come esempio di satira a “Striscia la notizia” mostra le gag di Ricci sui capelli e l'altezza di Berlusconi. -E questo sarebbe l'editore che fa le liste di proscrizione?- commenta Confalonieri.

*Confalonieri che imputa l'editto bulgaro al fatto che i criminosi hanno violato la par condicio.
( Nessuno dice che la puntata di Satyricon con Travaglio andò in onda il 14 marzo 2001, due mesi prima delle elezioni, quindi fuori dalla par condicio. )

*Buttafuoco che stigmatizza la Rai pessima di questi 5 anni berlusconiani. E invita a immaginare quanta brava gente non è mai entrata in Rai. ( Quindi, che non ci si lamenti di censure. Che è come dire: si lamentano della malasanità? Pensiamo piuttosto a tutti quelli che in ospedale non possono neanche metterci piede.)

( Anche se la maggioranza dei telespettatori sembra contenta di come sono i programmi tv attuali. E questo spiega perché sono così. )

* Bertolino e Vergassola che con grande sprezzo del pericolo e a rischio della propria incolumità fisica restano muti quando vengo attaccato da Confalonieri.

*Confalonieri che se la prende col sindacato dei giornalisti che “va in giro in Europa a diffamare il nostro Paese“ con "notizie false sulla libertà di stampa".

*Confalonieri che esalta la libertà che si respira a Mediaset. ( La libertà è qualcosa che io ho già, non sei tu a darmela. Al massimo puoi togliermela. Ma non sei tu a darmela, quindi non puoi vantartene. )

* Don Antonio Sciortino, direttore di Famiglia cristiana, che elogia la libertà di espressione. Ricordo le sue parole nel 2001:-Ben venga la chiusura di Satyricon.-

* Il filmato redazionale in cui si parla del declassamento dell'Italia al 77° posto per libertà di espressione e lo si attribuisce alla condanna di Lino Jannuzzi per diffamazione!

*Confalonieri che dice che il conflitto di interessi è irrilevante, vista la libertà che c'è nelle reti di Berlusconi. ( Il colpevole decide se il suo è reato, principio cardine della giurisprudenza arcoriana. )

( E a nessuno, lì per lì, viene in mente l'eclatante triplo conflitto Berlusconi-Galliani-Marano sui diritti per la serie A! )

( Triplo alla terza, se si considerano i tre ruoli di Galliani nella vicenda: presidente Lega, presidente Milan, podestà berlusconiano. )

( E nessuno spiega che Mentana e Fede sono liberi perché sono OMOLOGHI. )

( Fede, in collegamento, era provato. Di recente ha perso sua madre. A poker. )

( Quanto al tg4, andrebbe sottotitolato, così anche i non-udenti potrebbero farsi quattro risate. )

*Nel frattempo, su Rai1, c'è Vespa ( un uomo che renderebbe ogni donna una vedova felice ) che affrontava un tema scomodo: Albano-Lecciso. ( Alla notizia, i bookmaker hanno dato Mentana a 20. )

( A questo proposito, si ricorda al gentile pubblico che un reality show non esprime la realtà; ne è una rappresentazione forzata che tende a rendere accettabile, comprensibile e rassicurante ciò che invece è enigmatico, incomprensibile e ambiguo: Enzo Paolo Turchi. )

( Idea per un nuovo reality show: l'Isola del bisturi. Si prendono dei vip e li si porta sull'isola del dottor Mabuse, dove subiranno interventi di chirurgia plastica. E tutto quello che verrà asportato dal loro corpo se lo dovranno mangiare. Con Ferrara, Galeazzi, Pavarotti, Claudia Mori e Valentino. )

*Confalonieri che dribbla il tema del conflitto di interessi ricordando il digitale terrestre! ( Chapeau! Come se non sapessimo per quale motivo il governo berlusconiano incentivò con sconti statali l'acquisto del decoder digitale: perché la gente potesse pagare Mediaset per vedere le partite. )

( Per favore, ridatemi Albano-Lecciso! )

( Quanto a Gasparri, penso sia oltraggioso che tutti pensino che sia un perfetto imbecille.)

*Alla domanda di Mentana:-Luttazzi tornerà in Rai?- Petruccioli che risponde:-Il problema per ora non si pone.- ( ?! )

( Nuovo slogan Rai: “Non preoccupatevi. Avete miliardi di neuroni.” )

Mentana insiste:-Lei lo riprenderebbe?- Petruccioli:-E' un po' troppo coprolalico.- ( Ovvero decidono di cosa il pubblico può ridere in base ai propri gusti! Chi se ne frega dei gusti di Petruccioli? I sondaggi dicono che…Ah, fanculo i sondaggi. Chi se ne frega dei gusti di Petruccioli! Questa estate paragonò Satyricon al programma di Masotti! )

( Masotti! Una volta era Marzullo la prova che chiunque può finire a condurre un programma tv. )

( La verità è che non passa giorno in cui non scriva al ministro Landolfi per fargli sapere quanto gli sono grato per impedirmi di vedere o leggere cose che potrebbero non essere buone per me.)

( Coprolalico. In effetti, si parlò di Berlusconi. Oooh, mi piacerebbe presentare un varietà del sabato sera su Rai1, ma questo richiede una capacità di genuflessione che supera le mie possibilità.)

( Attualmente i programmi Rai sono quelli che guardi quando il tuo cane calpesta il telecomando. )

*Mentana:-E lei Confalonieri prenderebbe Luttazzi a Mediaset?- Confalonieri:-No. Non abbiamo tutta quella cioccolata, a Mediaset.-

( Lo sputo beffardo del potente sulla sua vittima, qui, occulta due cose:

1) l'epurazione e le querele arrivarono per censurare l'INFORMAZIONE che a Satyricon venne data sui processi a Dell'Utri e sulle indagini nei confronti di Berlusconi. La satira non c'entra, né la merda.

2) La mia gag della coprofagia era una risposta al consigliere Contri che l'aveva proposta per scherno, nonché una metafora della merda che stava arrivando e infatti eccoli lì, nonché una citazione eufemizzante della scena anti-potere del Salò di Pasolini, nonchè una satira anti-religiosa. Dario Fo disse a Satyricon:-La satira vera si vede dalla reazione che suscita.- Dopo 4 anni sono ancora lì che parlano di quella gag.)

Comica finale, una curiosità su Matrix: quello non è un set. Quella è realmente la casa di Mentana.

la puntata di matrix sulla

la puntata di matrix sulla Satira è stata per me (che ne sono un fanatico-della satira non di vomix-) agghiacciante, brrrr che schifezza....e i 2 comici, non tanto Bertolino che non si è mai posto come un comico impegnato nel senso che i suoi spettacoli sono carini, è bravo confeziona battute di qualità in cui aleggia una tantum un'ombra di satira-light (spero renda l'idea) ma in fin dei conti sta "al gioco" e non ne ha mai fatto mistero cercando di mostrarci la sua comicità particolarmente alta, cosa che invece (subdolamente) vergassola fa ogni volta che nei programmi in cui è libero, quando ben inteso non sono presenti rappresentanti di governo ed affini....a matrix ha trionfato la sua natura di mediocre giullare, bravissimo a far ridere e meschino nel non prendere le difese del collega Luttazzi (deduzione logica:è chiaro che Luttazzi non è un suo collega ma molto di più)..all'attacco a Daniele ha reagito con un leggero sussulto, ma non è stato capace di dire altro che "ma Luttazzi" o una cosa del genere...poi silenzio buono buono sulla sua sediolina...l'unico intervento di difesa della realtà delle cose è stato quello di Bertolino quando alla fine del filmato di "camuffa la notizia" è intervenuto sostenendo che nei servizi di striscia non c'è Satira ma allegro sfottò ....riguardo a mentana ed agli altri ospiti non mi hanno stupito si commentano da soli....

Matrix TRASHow (special guest star: Michele Santoro)

ieri puntanatona di Matrix: ospite d'onore Michele Santoro.

Cavoli, mica male... magari si parlerà del suo eventuale ritorno in tv (l'altro ieri il Consiglio d'amministrazione della Rai s'è diviso per l'ennesima volta su tempi e modalità: tre puntate su raidue in prima serata e undici reportage in seconda: i consiglieri del Polo [che son la maggioranza] nicchiano, il presidente Petruccioli dice che la situazione è delicata, ma se ne verrà fuori. [il pres. Petruccioli, la cui scalata ai vertici Rai è dettagliatamente descritta in Inciucio, l'ultimo libro di P.Gomez e M.Travaglio, è un esempio di come non sempre si riesca a venir fuori in tempo, prima di fare danni: "mamma, cos'è un ingoio?" "quello che saresti stato tu se tuo padre veniva fuori prima"]).
Inoltre c'era anche Socci, quindi si presume si parli di trombati.
Però ci sono Giorgio Gori della Magnolia e c'è Pierangelo Buttafuoco (somiglia a Cesare Cremonini, quando Cremonini smetterà di assumere certe sostanze [o che le inizi a dividere con gli altri, perdio]) e Barbara D'Urso.
Ed infine c'è Loredana Lecciso.
Al che, se il tema fosse la censura, Mentana si trova un bel po' fuori traccia.
Invece no: il tema sono i Reality Show (dopo l'uscita del presidente Ciampi in merito.)
Certo che invitare Santoro per parlare di reality show è come chiamare d'urgenza Gino Strada per curare un'unghia incarnita.
Vabbé.
Santoro apre le danze dicendo che se la produzione dei programmi è affidata a ditte esterne e non più ai capistruttura delle reti, facile che la qualità dei programmi possa subire dei tracolli.
(Tutte le volte che Santoro apre bocca, Mentana suda: una cosa è invitare Santoro e dare l'idea che Mediaset si permetta il lusso di ospitare i nemici in casa [lo fece anche Maurizio Costanzo con il suo show quando mandò in onda un Uno Contro Tutti dopo l'editto di Sofia] un'altra è lasciare che Santoro se ne approfitti per dire quello che pensa).
Socci parla dicendo una cazzata del tipo: la televisione odierna è una cannoniera puntata sulle anime delle persone (il fosforo bianco nuoce ai civili, la mancanza di fosforo lede il cervello), la Barbara D'Urso interviene con: "bisogna distinguere tra Reality e Reality" (un po' come distinguere tra la sciolta e la diarrea) e la Lecciso dice che se la tv trasmette volgarità è colpa della società di cui la tv è uno specchio.
Al che salta su Santoro (Mentana deve essere distratto: prima ha intrattenuto un dialogo da teatro dell'assurdo con la Lecciso che sembrava fatto apposta per pagar scotto a Blob) e ribatte: "dare colpa alla società di quello che si vede in televisione non è corretto. C'è gente che prende i dvd per vedere inchieste che in tv non vanno in onda!"
Mentana e Buttafuoco buttano acqua sul fuoco (non sia mai si parli di dvd come W Zapatero o La Mafia è bianca): Chicco sposta l'attenzione su un altro punto: la rai che prende canone e soldi per la pubblicità: i programmi non hanno una carenza di contenuti anche per questa virata commerciale?
(e perché non chiedere: come mai la Rai, servizio pubblico, deve inseguire una rete commerciale? Perché bisogna rincoglionire la gente a scapito della qualità e poi tocca sentire uno come Vespa [contratto rinnovato per altri 5 anni per milioni di euro, passato per silenzio assenso della Rai dietro repentina firma di Bruno] dire: "io ho sempre proposto di fare una decina di puntate l'anno di Porta a Porta slegate dall'auditel per poter parlare di arte, musica, cultura, ma non mi hanno mai risposto in merito" ?! Perché la Rai è tornata lottizzata come [e anche peggio] della Prima Repubblica con un presidente [Petruccioli, in quota ai DS] che è stato investito direttamente da Silvio B. in barba a tutte le norme in merito [dovrebbe farlo il ministro del Tesoro, all'epoca Siniscalco], dopo un incontro a Palazzo Grazioli, residenza romana di Berlusconi e neanche a Palazzo Chigi?)
E chi sono io Babbo Natale?
Doveva intervenire anche Funari, ma c'erano problemi sulla linea.
Eh, un po' mi dispiace.
Però avevo accumulato già abbastanza materiale per i miei incubi.
P.S.
Su raiuno, a Porta a Porta, dopo la carica notturna (in puro Genova-G8 style) dei celerini in Val di Susa, Bruno Vespa ha colto l'occasione per parlare d'un argomento di attuale interesse.
La vita di Rita Pavone.
(la giustificazione pare essere: "eh, molti dei malmenati della notte scorsa sono della sua generazione"). Grazie Bruno.

RE

Bravo Visko, ben scritto.

Santoro

e' il poliziotto buono, Fede quello cattivo. Tutti e due insieme, alla fine, ti fanno un c..o cosi'! Visto che in Italia siamo piu' raffinati degli americani, il giochetto e' a tre attori: Vespa e' il poliziotto che tiene famiglia.

Triste. da gothfeanor
caso mai leggessi da davide 46
La lettera di Pavlov da viskovitz
mah da davide 46
non credo da anvaccar2
Ho scritto a Matrix da anvaccar2
beh... da davide 46
Ma da pratfall slowburn
si ho letto... da anvaccar2
Comunque sia da Quarkonio
dopo 4 anni da Peter DevilsTrainers
Tinto Schröder da ilgiulivo.com
Di Satira e Sfottò. da guitarfreak1983
Cinegiornale Matrix da Il professor Morte
buuum da Linea Gotica
In sintesi da Edoardo Fainello
santanchè da mario964
Santanché (ma che razza di nome) da rosie@www.jacop...
E... da Betty
Una domanda? da Sonia P.
Che fortuna da antonio s.
:-) da mammamaria
Tuttavia da Quarkonio
continua... da Morgana
ieri sera da Morgana
Sempre così! da ugoian
matri(cian)ix... da viskovitz
Il Giornale... da viskovitz
Capro espiatorio da Davide 88
MATTrix da munchhausen
matrix da Desy
Outing da pi.dave
petruccioli da wiggum