Nuova pagina 5

Produced by Globe

Copra Maglia e POLO
Il Carpi sul SATELLITE

Newsletter:






Sono oltre novanta gli anni trascorsi dal giorno in cui lo studente Carpigiano Adolfo Fanconi, di ritorno dal collegio Svizzero per le vacanze estive, portava, penzolante, attaccato al manico della valigia, un pallone di cuoio. La nostra squadra nacque in quella lontana estate del 1909, malvista dai puristi e dagli esteti del gesto atletico. Troppo fresche, e già tanto cariche di gloria erano le gesta di alberto Braglia e di Dorando Pietri. Tuttavia il frullo magico della palla rotonda fece ben presto breccia nel cuore di tanti giovani ansiosi di emulare le prodezze dei primi campioni di questo nuovo affascinante sport che timidamente s'affacciava alla ribalta e di cui la stampa cominciava a dare i primi scarni resoconti. Un nome fu presto trovato JUCUNDITAS (giocondità) ad indicare la gioiosa e sana pratica sportiva d'un gioco praticato all'aria aperta come il calcio. Un consiglio direttivo con tanto di Presidente, statuto, relativi soci e consiglieri venne nominato alla svelta, cosi come venne trovato un campo di gioco adattando alla bisogna lo spiazzo usato come foro boario fuori le mura di porta Mantova, nè mancavano le squadre dei paesi limitrofi con cui potersi misuarare. E son subito partite accanite. Negli anni precedenti la primaguerra mondiale in tutta Italia vengono organizzati regolarmente i campionati italiani a cui partecipa la JUCUNDITAS. Appena finita la prima guerra mondiale il calcio riprende subito con rinnovato slancio. La JUCUNDITAS cambia nome, ma non le bianche casacche, diventa A.C. Carpi. Con i superstiti del conflitto, con i giovani rimasti a casa che avevano continuato a giocare e a fare esperienza, maturando nel corso dei lunghi anni di guerra, incontrando le squadre militari italiane ed alleate che si formavano tra una licenza e l'altra, c'era di che fare una buona squadra. Mancava solo un allenatore... con mister Hort (che aveva giocato nell'Herta di Berlino e nella nazionale Tedesca) i calciatori carpigiani impararono la fondamentale importanza del passaggio, a tessere il filo che tiene insieme l'intera squadra dal portiere all'ala sinistra.E furono anni esaltanti, indimenticabili! Le bianche casacche diventarono celebri ben oltre i confini della regione. Nella galleria dei personaggi del calcio carpigiano, un posto di spicco spetta senz'altro a Bigin, è stato il portiere dell'A.C. carpi per antonomasia. Militò nella squadra per oltre vent'anni, disputando non meno di 500-600 gare tra ufficiali ed amichevoli. Il Pressich, istriano di Pola, giocò nelò carpi la bellezza di 329 gareUfficiali in 12 anni consecutivi dando esempio di serietà sportiva ed attaccamento ai colori sociali.Nel 1928 viene inaugurato il nuovo polisportivo fuori porta Modena dedicato all'ex allenatore Mario Papotti, nel dopoguerra dedicato poi a Sandro cabassi. L'atività dell'A.C. Carpi tra il 1930 ed il 1940 è veramente di grande rilievo, compiendo dignitosi campionati, rischiando la retrocessione,e a volte retrocedendo, ma quasi mai come squadra materasso o cenerentola del girone, giocando sempre contro squadre di città ben piu grandi (Trieste, Pola, Fiume, Gorizia, Ancona ecc..) e questo era motivo di orgoglio. Poi scoppiò la guerra ed i campionati continuarono fino alla stagione del 42/43. Nel primo campionato del dopoguerra il Carpi era già iscritto 'autorità nella serie C di nuova costituzione. Iniziava una nuova era, nella libertà ritrovata, con nuovi stimoli, nuovi incentivi. Negli anni successivi in un'Italia piegata dal dopoguerra il carpi milita sempre tra la serie C e la serie D. Negli anni 50 il Carpi esce dal buio tunnel del dopoguerra, grazie alle cospique vendite ed alle nuove leve, iniziando un periodo che da buone soddisfazioni ai suoi tifosi, disputando impegnativi campionati figurando spesso da primo attore. I fedelissimi degli anni sessanta, di quegli anni ricordiamo Caludio Pressich, Luigi Silvestri (222 Gare ufficiali), Saverio Carpita (172 presenze), Aurelio Dotti (ltre 500 gare), Franco Poletto (80 gol in sette campionati e 215 gare ufficiali).Negli anni 70 il Carpi ha conseguito due promozioni dalla serie D alla C (e C/2), ed alcune retrocessioni fino alla categoria dilettanti.Sono stati anni difficili anche a causa dei sempre crescenti costi di gestione.Non sono molti i giocatori nati a Carpi o che hanno militato nel Carpi che hanno anche vestito una o piu volte la maglia della nazionale Italiana. Il primo fu Guido Corbelli (gioco nel Carpi 3 stagioni negli anni 30) che giocò una volta in Nazionale. Amleto Frignani che giocò nel Milan, Udinese e svariate partite in Nazionale. Giorgio Turchi che giocò (oltre che in nazionale) nel Bologna, Juventus, Vicenza e Cagliari. Per finire il più prestigioso di tutti, Salvatore Bagni, militò nel Carpi (di cui due stagioni in serie D), poi passò all'Inter ed al Napoli e disputò oltre 40 gare con la Nazionale.Piazzamenti in campionato del Carpi Anni 1963-2002Anno Serie Paizzamento Note

Piazzamenti in campionato del Carpi Anni 1963-2002


<
< < <

Anno

Serie

Piazzamento

Note

1963-1964

D

Promosso in serie C dopo gli spareggi col Bolzano

1964-1965

C

10°

1965-1966

C

18°

Retrocesso in serie D

1966-1967

D

1967-1968

D

1968-1969

D

1969-1970

D

1970-1971

D

16°

Retrocesso ma ripescato in serie D

1971-1972

D

1972-1973

D

1973-1974

D

Promosso in serie C

1974-1975

C

20°

Retrocesso in serie D

1975-1976

D

1976-1977

D

1977-1978

D

Promosso in serie C2

1978-1979

C2

1979-1980

C2

17°

Retrocesso in serie D

1980-1981

D

18°

1981-1982

D

1982-1983

D

1983-1984

D

1984-1985

D

1985-1986

D

1986-1987

D

1987-1988

D

Promosso per ripescaggio in serie C2

1988-1989

C2

Promosso in serie C1

1989-1990

C1

1990-1991

C1

13°

1991-1992

C1

1992-1993

C1

17°

Retrocesso ma ripescato in serie C1

1993-1994

C1

11°

1994-1995

C1

12°

1995-1996

C1

1996-1997

C1

Perde col Monza lo spareggio per la serie B

1997-1998

C1

10°

1998-1999

C1

18°

Retrocesso in serie C2

1999-2000

C2

18°

Retrocesso in serie D. Fallisce l'AC carpi. Nasce il Calcio Carpi che viene iscritto all'Eccellenza.

2000-2001

ECC.

10°

2001-2002

ECC.

Promosso in serie D dopo gli spareggi con la Sacilese.
Durante l'anasce la nuova società CARPI FC 1909 che subentra nell'attività al Calcio Carpi.

2002-2003

SERIE D

11

2003-2004

SERIE D

11

2004-2005

SERIE D

11

2005-2006

SERIE D

8

Nuova pagina 3