il cittadino      il comune     l'economia     il turista      la cultura
vai alla home vai alla sezione cartografica vai alla sezione morfologia vai alla sezione album vai alla sezione infoisole
  home/ infoisole/ Batteria Campalto
Elenco Isole
storia dell'isola
Batteria Campalto
L'isola di Campalto, ex Batteria, faceva parte di una linea difensiva che tra Venezia e la terraferma mestrina, allineava sette batterie poligonali (in seguito diventate otto) .Esse sono. Fisolo, Campana, Ex Poveglia ed ultima Trezze nella Laguna Sud; Campalto, Tessera, Carbonera, Buel del Lovo o Batteria San Marco nella Laguna Centrale e Nord. In origine furono costruite su piattaforma palafitticola inserite su bassi fondali o barene, spesso in prossimità dell'incrocio dei canali. - 1797 - Da una lettera del Provveditore alla Lagune ed ai Lidi, nobiluomo Zuanne Zusto, riferita al 1796, risultano già costruiti i sette fortini in legno a difesa della città di Venezia. - 1848 - La Batteria di Campalto viene trasformata in opera su terra di riporto allo scoppio della rivoluzione veneziana unitamente a Tessera e Carbonera. - 1858 - Modifiche alla struttura del ridotto apportate dagli Austriaci. - 1883 - Tutte le batterie della laguna sono in terra con bastioni, polveriere e casermetta. - 1900 - Da documenti del Quartier Generale Austriaco di Vienna si rileva l'esistenza di due tipi di Batterie in terra di dimensioni poco diverse ma di identica forma (sette lati corti che definisconoi la forma semicircolare ed un lato lungo) con i profili, la casermetta, le polveriere, mentre le sponde sono protette da una scogliera artificiale. Campalto era fra quelle di dimensioni minori. - 1939/45 - Con la costruzione di due polveriere e di due bunker in cemento armato al servizio di una postazione contraerea venne modificato lo stato originario del ridotto probabilmente in modo sostanziale. - Anni '60 - Fu adibita a pubblica discarica di rifiuti solidi urbani. Il continuo afflusso di residui provenienti dalla lavorazione vetraria delle fornaci muranensi e l'apposizione di una corona esterna di pali in cemento portò ad aumentare le dimensioni dell'isola. - 199? - Radicale trasformazione per i lavori di marginamento e di spianamento della superficie. - 1999 - Sopralluogo
consistenza archivio fotografico  
carlo naya
 0
archivio '50-'80
 15
archivio '80-'2000
 9
ecotopi
 8
isolari
 0
catasto
 0
ortofoto
 1
localizzazione
consistenza attuale
 Edificata
isole limitrofe
 Campalto terraferma
 Murano
 San Secondo
estensione attuale mq.
 42.890
riferimento cartografico ctr 1989
 127122
marginamento  
marginamento attuale
 Massicciata
conservazione marginamento
 Ottimo
marginamento originale
 Terrapieno; Argine
accessi  
accesso approdo
 Piarda - pontile
conservazione accesso
 Ottimo
profondità approdo m.
 1,10
con servizi pubblici
 Possibile
proprietà  
proprietà
 Comune
in concessione a
 Non in concessione
bene cedibile
 Da verificare
caratteri dimensionali  
funzione attuale
 Non utilizzata
spazi non edificati
 Incolto
numero edifici
 4
totale edificato mq.
 172
edificato mc.
 429
scoperto netto mq
 42.718
vincoli e strumenti urbanistici  
interventi progettati
 Marginamenti CVN - (Verde pubblico attrezzato?)
vincoli
 
 Nessuno
strumenti urbanistici
 PRG 1962
caratteri storici  
sec. di prima documentazione
  1797
funzione prevalente
 Militare
funzione originaria
 Militare
consistenza in epoca pre napoleonica
 Non valutabile
variazioni dall'epoca napoleonica  
estensione
 Aumentata
manufatti
 Demolizioni
morfologia
 Modificata