22 settembre 2007 


NEL TUO ARCHIVIOSocietą

 

Varese, rubano 14 nani da giardino: arrestate due 24enni


Non possono essere ritenute pericolose. E poi non hanno precedenti penali. Per questo il magistrato di turno alla Procura di Busto Arsizio (Varese) ha deciso di scarcerare le due ragazze 24enni arrestate nella notte a Olgiate Olona mentre stavano cercando di rubare niente di meno che 14 nani da giardino.

La due ragazze avrebbero spiegato che la loro è stata una goliardata e che non sapevano come riempire il tempo. Ma soprattutto avrebbero categoricamente negato di essere militanti del famigerato «Fronte di Liberazione Nani da Giardino» che nel giro di 10 anni ha rubato e "liberato" nella sola Francia almeno 7mila statuette per poi lasciarle in boschi, foreste, rive di laghi e laghetti.

Nato oltralpe nel ´95 il "Fronte", come si può leggere on line, ha infatti come scopo di «liberare le statuette di gesso, catturate e imprigionate nelle ville dei ricchi (e non)» per poi «rilasciarle in spazi liberi, aperti, più consoni alla loro anima». I liberatori dei nanetti in realtà sono particolarmente attivi in Belgio, Austria, Gran Bretagna, ma anche in Sudafrica e Australia.

Nel Belpaese, almeno fino ad oggi, il «Fronte» non ha mai goduto di troppe simpatie. Non mancano però gli italiani che si dimostrano particolarmente sensibili alle problematiche di nanetti e affini. Basta farsi un giro nel web per averne la prova. Si va dal «Movimento autonomo per la liberazione delle anime da giardino» (Malag) che on line raccoglie decine di segnalazioni da tutta Italia di avvistamenti di nani, puffi e Biancaneve imprigionate in giardini e balconi al «Comitato Autonomo per il Ripopolamento dei Nani da giardino Emancipati» (Carne) che lotta sì per «l´emancipazione dei nostri amici Nani da Giardino» ma «in modo non violento».

Pubblicato il: 11.08.06
Modificato il: 12.08.06 alle ore 19.41
 
© l'Unità. Per la pubblicità su www.unita.it: System Comunicazione Pubblicitaria

[ Torna all'inizio della pagina ]