economia news e media viaggi informatica internet salute e benessere int rattenimento e spettacolo sport tempo libero istruzio ne e formazione arte cultura scienza

I blog della guida

News

LA STORIA DI GULP! E SUPERGULP!

A cura di Tuttocartoni

Pubblicato il 13/11/2007

Nell’autunno del 1972 il secondo canale RAI trasmise in prima serata Gulp! I Fumetti in TV, un programma innovativo destinato a ritagliarsi un posto importante nella storia della televisione. La trasmissione, ideata e diretta da Giancarlo Governi (Capo Servizio Programmi Speciali alla Rai) e dall’autore e regista Guido De Maria, invase le case di milioni di italiani trasportando sul teleschermo vignette e balloons. Un esperimento di successo, visto che la trasmissione venne ampliata diventando, nel 1977, Supergulp! e proseguendo fino al 1981.

foto intervento

LA STORIA DI GULP! E SUPERGULP!

 

 

 

Nell’autunno del 1972 il secondo canale RAI trasmise in prima serata Gulp! I Fumetti in TV, un programma innovativo destinato a ritagliarsi un posto importante nella storia della televisione. La trasmissione,  ideata e diretta da Giancarlo Governi (Capo Servizio Programmi Speciali alla Rai) e dall’autore e regista Guido De Maria, invase le case di milioni di italiani trasportando sul teleschermo vignette e balloons. Un esperimento di successo, visto che la trasmissione venne ampliata diventando, nel 1977, Supergulp!  e proseguendo fino al 1981.

 

Tra i suoi meriti quello di portare al grande pubblico televisivo alcuni tra i più famosi fumetti italiani e stranieri di tutti i tempi, che ora si trovano raccolti nel DVD che contiene le storie di: Alan Ford di Max Bunker, Sturmtruppen di Bonvi, Jak Mandolino di Jacovitti, Corto Maltese di Hugo Pratt, Giumbolo di Guido De Maria, il backstage di Ebbene sì, maledetto Nick Carter, Nick Carter di Bonvi e Guido De Maria.

 

Gulp! i Fumetti in TV era una striscia settimanale di quindici minuti che portava il fumetto in TV creando un nuovo linguaggio televisivo. La trasmissione di Guido De Maria e Giancarlo Governi ebbe un enorme successo di pubblico (con un audience dell’83%, superiore a quella di Rischiatutto), e, nel 1979 Guido De Maria ricevette il premio per la Regia Televisiva proprio per Supergulp! (settore  TV per Ragazzi).

 

La formula felice del programma riuniva tutta la famiglia all’insegna del Fumetto affiancando i vecchi protagonisti dell’avventura agli interpreti delle nuove strisce comiche, miscelando la satira alla rivisitazione di opere classiche, bilanciando i cartoons americani con gli eroi d’Oltralpe.

 

Ma Gulp! e Supergulp! lanciavano anche personaggi inediti come Nick Carter e Giumbolo, il simpatico folletto che ‘gongola e rigongola la notte e il dì’ creato dal regista Guido De Maria e animato da Renato Berselli e Gianni Parenti, e creavano indimenticabili espressioni e modi di dire (‘ebbene sì, maledetto Nick Carter, hai vinto anche stavolta’ o ‘e l’ultimo chiuda la porta’ - solo per citarne alcuni), entrati per sempre nel lessico comune.

 

LE DICHIARAZIONI DEI CURATORI DEL PROGRAMMA TV:

 

 

 

“Nella realizzazione dell’episodio pilota di Nick Carter, primo “fumetto in TV”, mi trovai davanti ad un dilemma: lasciare o togliere i balloons, le nuvolette, con dentro le frasi pronunciate dai vari personaggi? Decisi che non si potevano assolutamente togliere, altrimenti il “Fumetto in TV” non sarebbe più stato un vero fumetto. Ma, e questo era il vero problema, come sistemarle, queste benedette nuvolette, dentro alle varie inquadrature senza creare confusione nella lettura delle battute? Così, provai a inserirle nelle scene, facendole apparire in sincrono con le battute pronunciate dai vari personaggi accanto o sopra a ciascuno di loro, come siamo tutti abituati a vederle in un fumetto stampato. Tutto, finalmente, funzionava a meraviglia.

Così, con settanta disegni di Bonvi, le voci di Carlo Romano (Nick Carter), Silvio Spaccesi (Patsy), Giorgio Ariani (Ten), Mauro Mattioli (Stanislao Moulinsky) e del sottoscritto (Bartolomeo Pestalozzi e tante altre vocine) che curava anche la regia, era ufficialmente nato “il Fumetto in TV”. Correva l’anno 1972.”

Guido De Maria, regista e autore di “Gulp!” e “Supergulp!”

 

“Il successo fu travolgente e possiamo dire che a distanza di trenta anni la memoria di “Supergulp!” è ancora viva e questa mostra sta qui a dimostrarlo.

I Fumetti in TV andarono in onda fino al 1981. Li facemmo morire Guido ed io, di comune accordo, quando ci accorgemmo che il video si stava inondando di pessimi cartoni animati giapponesi e coreani, che stavano rovinando il gusto delle nuove generazioni. Applicammo alla televisione una legge della circolazione monetaria: in caso di circolazione di due monete, la moneta cattiva caccia sempre quelle buona. E noi, che sentivamo di essere la moneta buona, non potevamo subire l’onta di essere cacciati da Ufo Robot. Quindi, facemmo come Greta Garbo: ci ritirammo dal mercato prima di subire le ingiurie del tempo.”

Giancarlo Governi, autore di “Gulp!” e “Supergulp!”

 

“A trent’anni dal varo di questa mitica trasmissione, con la mostra-evento Gulp! Supergulp! vogliamo ricordare il lungo e affascinante lavoro di molti creativi e tecnici, alcuni dei quali, ormai, non sono più con noi; operatori che a suo tempo ne hanno decretato il successo, puntando i riflettori su un veicolo di comunicazione come il Fumetto che oggi, come tre decenni fa, continuiamo ad amare.

Un ringraziamento va a tutti coloro che hanno collaborato all’iniziativa, ascoltando con pazienza, per quasi un anno, il mio sogno di far rivivere quei momenti. In particolare, agli autori Giancarlo Governi e Guido De Maria, che hanno sposato in pieno questa iniziativa.”

Vito Lo Russo, presidente dell’Associazione “Gulp! Supergulp!”

Vuoi essere aggiornato sulle novità della guida?

Feed RSS XML vostro feed RSS