04 aprile 2007

Quando faccio ordine...

... trovo sempre un mucchio di cose che non sapevo più di avere. O di cui non mi ricordavo proprio più. E che in ogni caso mi fanno ricordare tempi lontani... in cui per esempio avere 256 mega di RAM era un lusso ed averne 64 (io) era fattibile.

Beh, con tutta probabilità eravamo al quinto piano a fare qualche astrusa materia ed io avevo appena finito di dire che avevo poca ram... troppo poca per qualcuno che ha deciso di scrivere questo biglietto...



Chissà poi perchè l'ho tenuto... forse sapevo che prima o poi mi avrebbe fatto ridere?

Etichette:

06 marzo 2007

Aliiiiiisssssss

E' così che i francesi chiamano la loro Alice negli spot in televisione. E lei appare sorridente portando offerte vantaggiose... e chiare... http://www.aliceadsl.fr/
Solo 24 euro !!!
Ed hai internet a 20Mb,150 canali televisivi, telefonate gratis verso tutti i fissi nazionali (SENZA SCATTO ALLA RISPOSTA, SENZA!) e tutti i fissi di 28 destinazioni...tutta l'europa e mezzo mondo... Guadeloupe + Martinique + Réunion....

Da noi invece... con la stessa alice puoi:
Alice tuttoincluso30 . "telefonare da casa e navigare in Internet senza limiti e fino a 2 Mega di velocità in dowlnload. Il tutto ad un prezzo sempre unico, chiaro e conveniente."
EEEHHHHHHHH?????????????????????????????????


DUE MEGAAAA? DUEEEEEEEEEEEEEE????????? Messi nella stessa frase con UNICO, CHIARO E CONVENIENTE?

E poi non c'è nemmeno la tv compresa!

Ma forse ci sono "pacchetti migliori". Sono solo un po' piu' nascosti. Devi solo navigare un po' fra le altre varie offerte:
Alice Tutto Incluso 30
Alice Voce
Aladino VoIP + Alice Voce
Nuovo Videotelefono + Alice Voce
Alice Voce No Problem
Alice Voce Zero

Se poi vuoi il pacchetto che comprende la tv allora quello che fa per te è Alicetuttoincluso60, che, come dice il nome, costa 60 euro. E se ti sbrighi riesci anche ad evitarti i 154,80 € di attivazione.

Beh, per quanto mi riguarda, quando ero in Francia avevo questa, la freebox. http://www.freebox.fr/
Ha sempre funzionato bene, a parte il mese che ci hanno messo per attivarla. Ma ne è valsa la pena. Anche qui trenta euro ed hai tutto compreso. Ho fatto telefonate chilometriche verso l'Italia e non ho mai avuto brutte sorprese...anche se con la mia coinquilina abbiamo prima scandagliato tutto il sito e chiamato l'assistenza in cerca di qualche "riga piccola" che potesse aggiungere qualcosa ai 30 euro mensili.

Forse ora c'è uno spiraglio di luce anche per noi... ed è rappresentato dalla Tiscali:
Con 23 euro al mese si puo' dare un bel calcio a telecom, smettere di pagare le telefonate nazionali...(beh, quasi, c'è sempre lo scatto alla risposta) e navigare su internet... a soli 4 mega... vabbeh dai, è un inizio... Per avere 10 mega si cominciano a pagare 40 euro... e non vorrei dire ma alla stessa cifra si potrebbe avere internet a 30 mega, dico 30, 134 canali televisivi e telefonate gratis verso i numeir nazionali (stavolta l'estero si paga).

Beh, i mesi passati con la freebox mi hanno regalato numerose chicche... di una ho anche la foto...



Siiiiiiiiiiii!!!!!! E' la versione tunisina di "affari tuoi" !!! E devo dire che il conduttore è molto piu' simpatico di quello che conduce la versione francese... in cui il concorrente piange sempre, sempre!

Penso di essere stata più prolissa e poco chiara di una lezione di ASD con Eugenio...
perciò mi fermo. E spero che un giorno queste tariffe riusciranno a varcare le alpi, chissà.

Etichette: ,

10 dicembre 2006

Fête des Lumières !




Beeeeellllaaaaaaa!!!
Fortunatamente venerdi' sera non sono stata tanto pigra da rimanere al calduccio sul divano, mentre fuori si scatenava il diluvio... Devo dire che la tentazione era forte e di certo non ero molto contenta quando, appena messo piede fuori di casa, avevo gia' le punte dei piedi tutte bagnate, ma ne e' valsa davvero la pena!

I cento chilometri che separano Grenoble da Lione, dove si e' tenuta la fête des lumières, sono stati provvidenziali. Infatti la non pioveva !!!!
Tra i mercatini di Natale aperti anche la sera, trasporti gratuiti e le bellissime illuminazioni, ho passato una bellissima serata! Ah da non dimenticare il buon vin chaud che ci ha un po' scaldato...

Le foto non sono venute un granche', ma la cosa bella era soprattutto l'atmosfera, che raramente si riesce a catturare con un'immagine. Comunque sia... diciamo che sono "artistiche" !

Etichette: , ,

01 dicembre 2006

C'e' un principio di magia...




Ebbene si, finalmente riesco a comunicare. Dopo due mesi in cui orecchie e bocca erano quasi appendici inutili, ora riesco piu' o meno a comprendere e a farmi comprendere in francese.
Ed all'improvviso cambia tutto, perche' riesco a capire cosa succede attorno a me, riesco a divertirmi perche' capisco le storie divertenti e persino qualche battuta (eh beh, per le battute troppo fini mi ci vuole ancora un po' di tempo) e nei negozi non devo piu' sorbirmi la faccia annoiata di chi non vuol sentire parlare inglese.

Mi sono abituata al tizio che guarda negli zaini quando entri al supermercato, al pranzo delle 11:30, al ragnetto che mi fissa ogni volta che entro nella stanzetta della caldaia (ma che mi fa troppo schifo uccidere). Purtroppo non mi sono abituata al soffitto mansardato perche' ci sbatto sempre la testa.

Etichette: ,

25 ottobre 2006

Desole'

Vuoi comprare un biglietto del treno? In Francia e' facilissimo, basta connettersi al sito sncf.com ed il gioco e' fatto. Che bello, ti spediscono pure gratis i biglietti a casa!
Peccato che il sito sia orribile e pieno di bachi. Mi spiego. Venerdi' sera ho cercato di comprare online i biglietti per tornare a casa la prossima settimana ma, dopo aver passato 5 minuti a rassicurare la procedura elettronica che il treno che volevo prendere era proprio quello delle nove e ventisei, e' apparsa la magica schermata con la scritta:

Ci dispiace informarvi che i vostri acquisti sul nostro sito voyages-sncf.com
sono stati annullati.

Un incidente tecnico ha effettivamente impedito la registrazione del vostro pagamento.

Vogliate scusarci per l'inconveniente.



Ok. Forse ci ho messo troppo tempo... forse ho dimenticato di inserire qualche parolina magica... riprovo. Ma niente. Ho lo stesso risultato. Ufffff.... mi tocca andarli a comprare di persona. Fortunatamente vicino a casa c'e' una boutique SNCF cosi' posso passare quando esco dal labo.

Martedi' sera: armata di buona volonta' mi dirigo verso la boutique, da sola, perche' mi hanno detto che di solito gli impiegati sanno parlare inglese. Questa e' una citta' universitaria, c'e' gente di tutto il mondo che va e viene continuamente e non tutti sanno il francese quindi mi sembra una cosa giusta che per prendere un biglietto del treno uno non debba necessariamente imparare una lingua nuova.
Entro nella boutique (che strano nome per una biglietteria...)e aspetto il mio turno che arriva pochi inuti dopo.
"Bonjour," - sorrido - "do you speak english?"
"Non," - espressione glaciale/scazzata/schifata - "padutu'" (trad: per niente (almeno credo)).
Silenzio.
"Desole'" espressione che sembra voler dire fottiti.

Ora. Puoi anche non saper parlare inglese, ok, ma almeno non trattare cosi' la gente...

La prossima volta che mi diranno che non capiscono l'inglese PER NIENTE provero' a dire FUCK YOU e staro' a guardare la reazione.

Bon. Giro i tacchi ed esco. Una volta a casa guardo nella posta e che ti trovo? Due buste con i biglietti che pensavo di non aver comprato venerdi'. Due buste con gli stessi biglietti per lo stesso treno lo stesso giorno.

A questo punto mi viene da pensare che e' stata una fortuna incontrare la tizia sgarbata, se no a quest'ora avrei tre biglietti uguali!!!

Etichette: ,

24 ottobre 2006

Pranzo interessante

Bello bello. Oggi ero in mensa con altre 5 persone, il cibo non era un granche' ma consiglierei a tutti un pranzo cosi'. Non c'erano due persone dello stesso paese: Romania, Cina, Francia, Italia, Thailandia e Tunisia. Non so come ma ad un certo punto abbiamo cominciato a tempestare di domande la povera tunisina e la povera cinese che si sono trovate a dover spiegare il perche' di regole religiose e non del proprio paese.

In Cina non si puo' avere piu' di due figli. E se hai due gemelli? E se ti capita? Beh se capita allora devi pagare tantissimo allo stato. Poi ho scoperto che se ti vuoi sposare hai bisogno di un documento che custodiscono i tuoi genitori. Di conseguenza se a loro non piace la persona che hai scelto, tanti saluti al matrimonio. E se scappi? Se vai in un altro paese? Niente da fare, hai sempre bisogno di quel foglio... E se nasce un bambino e non sei sposato? Il poveretto non potra' avere la carta di identita', non potra' andare in tutte le scuole...
Da quanto abbiamo appreso non succede quasi mai... quasi.

In Tunisia (come in molto altri paesi) si fa il ramadan. Perche'? Quando puoi mangiare? Puoi bere? e' difficile arrivare a fine giornata senza ingoiare neanche una goccia d'acqua? E se sposi qualcuno che non e' musulmano, che religione insegni ai tuoi figli? Il problema on si pone perche' se sei musulmano non puoi sposare uno che non e' musulmano. Nooo????? E se ti capita di innamorarti di uno che non e' musulmano, cosa fai, lasci perdere? A quanto pare non e' considerato giusto diventare musulmano solo per amore, quindi neanche questa e' una soluzione.

E' bello sapere cose di altri paesi, scoprire differenze o similitudini di comportamento con persone che abitano dall'altra parte del globo...

Etichette: ,

13 ottobre 2006

Il meraviglioso mondo della burocrazia

Ho sempre sentito parlare della burocrazia italiana come di un grosso e vecchio elefante che cerca di passare per un vicolo stretto, ma fortunatamente diciamo che non mi sono mai trovata nello stesso vicolo insieme all'elefante.
Dispiaciuta di non aver fatto questa esperienza,sono stata tanto astuta da cambiare paese per avere a che fare con un elefante che per di piu' parla un'altra lingua.
Cosi' ho cercato di trovare casa, ma ho scoperto che per affittare un appartamento hai bisogno di un conto in banca francese e per avere un conto in banca francese devi dimostrare che hai una casa in francia. Bene.
Dovevo avere una semplice borsa di studio di 5 mesi dopo la laurea invece per poter essere qui mi sono dovuta reiscrivere all'universita' di Genova per poter dire qui a Grenoble che sono uno studente in Italia e, ovviamente, mi sono dovuta iscrivere qui come "stagiaire". Per fare cio' ho dovuto consegnare una serie infinita di documenti comprensivi di tessera da studente italiano, certificato di nascita e l'accordo bilaterale "cnr, universita' di genova, grenoble" (si, lo so, e' trilaterale ma si chiama lo stesso bilaterale, altro mistero). Quest'ultimo e' stato scritto a giugno ed ha subito le ultime modifiche solo l'altroieri, ora deve essere firmato qui, a Genova e (ha ha ha ha ha) a Roma. Penso che sara' di nuovo tra le mie mani, quando, ... a gennaio???

Ah, ovviamente non ho ancora avuto un quattrino perche' mi manca un documento che ho chiesto qualche settimana fa e che ho avuto stamattina. Purtroppo non lo posso ancora consegnare perche' qualcun altro deve vedere se va bene e ne devo lasciare una copia in segreteria, ma, per carita' non ora!!!! Infatti la segretaria sta facendo una cosa complicata e se casomai le lasciassi un foglio in piu' sulla scrivania chissa' cosa potrebbe succedere. Il problema e' che anche quando avro' portato tutti i papieri (documenti) in rue felix viallet ci vorranno ancora 50 GIORNI perche' i soldi vengano trasferiti nel mio conto italiano. 50 giorni??? Ma non si fa tutto in maniera informatica ora? Ci dovrebbe volere qualche secondo al massimo! In effetti sarebbe cosi' se avessi un conto francese, ma, per i motivi descritti sopra, non e' possibile. Mi chiedo se per trasferire i soldi useranno piccioni viaggiatori o immigrati clandestini che dovranno scarpinare a piedi nudi su e giu' per le alpi.

Va beh, la finisco qua perche' nel frattempo magari la segretaria si e' liberata...

Etichette: ,