Internet Governance Forum Italia

 
  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Internet Governance Forum Italia

Costituito il Comitato dei promotori dello IGF Italia

Il Comitato promotore definira' il modello organizzativo dello IGF Italia mediante una discussione aperta con tutti i portatori d'interesse (stakeholder) della Rete in Italia. Tutti sono invitati ad aderire ad IGF Italia, sia in forma singola (persone fisiche), sia associata (istituzioni, enti, aziende, associazioni, ...). Composizione del Comitato:

Presidente:

   Stefano Rodota', Professore Università Sapienza di Roma

Membri:

   Laura Abba, Dirigente CNR, Istituto IIT

   Vittorio Bertola, ISOC Italia

   Fiorello Cortiana, Settore Innovazione Provincia di Milano 

   Giulio De Petra, Regione Autonoma della Sardegna

   Matilde Ferraro, Esperta di Digital Divide

   Joy Marino, Milan Internet eXchange

   Antonio Mazzeo, Università di Napoli

   Antonella Giulia Pizzaleo, Esperta di governance di Internet

   Stefano Trumpy, Presidente ISOC Italia

Il Comitato e' contattabile via mail.

 

Costituzione dello Internet Governance Forum Italia

E-mail Stampa PDF

A seguito della riunione svoltasi a Cagliari nei giorni 22 e 23 ottobre 2008, si e' costituito lo Internet Governance Forum Italia (IGF Italia), come luogo stabile di confronto sui temi dell'Internet Governance. Lo IGF Italia si pone in relazione di continuita' con le analoghe iniziative delle Nazioni Unite e la costituzione di IGF regionali, incoraggiata dal Parlamento Europeo. Tutti gli stakeholder della Rete italiana sono invitati ad aderire ad IGF Italia, sia in forma  singola (persone fisiche), sia associata (istituzioni, enti, aziende, associazioni, ...).

 

IGF Italia/Cagliari, conclusi i lavori con successo

E-mail Stampa PDF

Si e' conclusa con successo la prima riunione dell'Internet Governance Forum Italia che si e' svolta nella città di Cagliari su iniziativa della Regione Autonome della Sardegna in collaborazione con il Ministero della Pubblica Amministrazione ed Innovazione ed ISOC Italia. L'incontro ha riunito i portatori d'interesse sulla rete Internet, i quali hanno dialogato sulle problematiche che affliggono la rete a livello nazionale.

Questo incontro storico, tra i primi in Europa, ha instaurato il processo dell'IGF nazionale che continuera' in modo costante, elaborando le problematiche locali di Internet e contribuendo al processo internazionale dell'IGF promosso dalle Nazioni Unite. Markus Kummer Coordinatore Esecutivo del Segretariato IGF delle Nazioni Unite e' rimasto impressionato dalla organizzazione e dallo svolgimento dei lavori, che continueranno on line per via della Consultazione pubblica virtuale. Presto saranno disponibili le video registrazioni dei due giorni di lavoro e i documenti di approfondimento sull'evento.

 

Giorgio Napolitano

Messaggio del Presidente della Repubblica sulla Internet governance
Cagliari 24 ottobre 2008

"... L'avvento della Societa' dell'Informazione a seguito della globalizzazione dei mercati, e della rivoluzione della rete, richiede forme nuove e condivise d'azione in adeguamento delle regole al nuovo scenario di opportunita' e di rischi. Negli ultimi anni si sono moltiplicati i tentativi della comunita' internazionale di stabilire principi e strumenti per gestire lo sviluppo armonico della Rete, e per diffonderne l'uso nel mondo, superando l'attuale divario digitale e favorendo cosi' la nascita della cittadinanza digitale globale. Si e' avviato un processo che ha permesso di discutere queste nuove prospettive e di compiere dei primi importanti passi in avanti con il convinto contributo dell'Italia. La persistente assenza di regole fondamentali per Internet non si traduce necessariamente in maggiore liberta', ma puo' al contrario significare la prevaricazione del piu' forte sul piu' debole. E' urgente definire principi comuni per un equilibrato sviluppo della rete, sulla base delle discussioni e delle iniziative intraprese in ambito ONU ed Europeo..."

Giorgio Napolitano


Cortesia del CNR attraverso IIT e ISTI