Per il Livorno quella del 2009/2010 sarà la diciottesima partecipazione al campionato di A. Dal 1930 ad oggi            Per il Livorno in A ben due secondi posti: nel 1920 perse la finale scudetto con l´Inter, nel 42/43 arrivò un punto dietro al Torino            Per gli amaranto la promozione in A del 2008/09 è la quinta in 94 anni di storia delle Triglie            Il Livorno torna in serie A dopo solo una stagione di assenza. Nel 2007/08 arrivò ultimo con 30 punti            Tavano e Diamanti nella stagione 2008/09, compresi i match di playoff hanno segnato insieme un totale di 45 reti            
2 volte secondo in serie A:
nel 1920 perde la finalissima per lo scudetto con l'Internazionale a Bologna (Internazionale-Livorno 3-2);
nel 1942/1943 è secondo in classifica dietro al Torino (Torino 44, Livorno 43).

1 coppa Italia di serie C nel 1986/1987:
Campania-Livorno 1-0, Livorno-Campania 3-0.

I record degli amaranto
Partite iniziali senza vittorie nel girone unico a 20 squadre di serie A:
13 nella stagione 1948/1949 (7 pareggi).

Massimo di calci di rigore in una partita nel girone unico a 20 squadre di serie A:
2 Atalanta-Livorno 4-2, 19ª giornata del campionato 1948/1949, arbitro Zambotto, realizzati uno per parte.

Maggior numero di vittorie iniziali consecutive nei campionati di serie C:
9 nel 1997/1998, serie C1 girone A.

Massimo di gare imbattuto consecutivamente in serie C2:
29 (tutto il campionato 1983/1984).

Minor numero di reti subite in campionato C2:
7 (1983/1984).

Maggior numero di punti in serie A:
43 (1942/1943, 2 punti a vittoria);
49 (2005/2006, 3 punti a vittoria).

Più lunga serie positiva in A:
11 gare (14ª - 24ª giornata nel 1942/1943).

Maggior numero di vittorie consecutive in A:
6 (1ª - 6ª, nel 1942/1943).

Minor numero di sconfitte in A:
5 (1942/1943).

Più lunga serie negativa in A:
15 (13ª - 27ª giornata 1930/1931).

Maggior numero di reti segnate in A:
52 (1942/1943).

Minor numero di reti subite in A:
34 (1942/1943).

Maggior numero di reti subite in A:
79 (1929/1930).

Più gare giocate:
60 con il Modena;
58 con il Pisa;
46 con la Lucchese.

Massimo vittorie:
25 con il Pisa.

Massimo sconfitte:
18 con Torino e Juventus.

Maggior numero di spettatori in A:
19.726 in Livorno-Juventus 2-2 (2004/2005).

Maggior incasso:
374.983 euro in Livorno-Milan 1-0 (2004/2005).

Le partite
Vittoria interne con il punteggio più largo:
Livorno-Brescia 5-3 (1929/1930);
Livorno-Casale 5-0 (1930/1931);
Livorno-Casale 5-0 (1933/1934);
Livorno-Grion Pola 8-0 (serie A 1932/1933);
Livorno-Messina 7-0 (serie A 1932/1933);
Livorno-Catania 7-0 (serie B 1939/1940);
Livorno-Roma 6-1 (serie A 1940/1941).

Vittorie esterne con il punteggio più largo:
Triestina-Livorno 0-3 (serie A 1946/1947);
Salernitana-Livorno 2-4 (1947/1948).

Sconfitte interne il punteggio più largo:
Livorno-Juventus 1-5 (1929/1930);
Livorno-Siena 3-6 (serie A 2004/2005).

Sconfitta esterna con il punteggio più largo:
Torino-Livorno 10-0 (1928);
Modena-Livorno 6-0 (1929/1930);
Roma-Livorno 7-1 (1930/1931);
Bologna-Livorno 7-1 (1941/1942);
Torino-Pro Livorno 9-1 (serie A 1945/1946);
Modena-Livorno 8-1 (serie B 1955/1956);
Parma-Livorno 6-4 (serie A 2004/2005).

Partite pareggiate con più reti:
Casale-Livorno 4-4 (1933/1934);
Livorno-Cagliari 3-3 (serie A 2004/2005).

Partita con più gol:
Triestina-Livorno 5-4 (1948/1949).

I giocatori
Maggior numero di presenze in serie A:
210, Mario Stua.

Maggior numero di presenze totali:
368, Mauro Lessi.

I fedelissimi:
Lessi 368 presenze;
Protti 278 presenze;
Stua 242 presenze;
Bellinelli 237 presenze;
Capaccioli 229 presenze;
Merlo Gino 214 presenze;
Mondello 198 presenze;
Balleri 197 presenze;
Zidarich 194 presenze;
Simonti 193 presenze;
Vanigli 193 presenze.

I principali cannonieri:
Protti 123 reti;
Lucarelli 93 reti;
Viani V.II 68 reti;
Stua 49 reti;
Piana, Gratton e Bonaldi 46 reti;
Bartolini 39 reti;
Busoni e Raccis 37 reti;
Arcari III e Mascalaito 35 reti.

Cannoniere del Livorno in serie A:
Teresio Piana 36 reti.

Migliori cannonieri del Livorno in serie A:
Busoni 26 gol (1933/1934);
Lucarelli 24 gol (2004/2005).

I più grandi campioni amaranto:
Mario Magnozzi, Alfredo Pitto, Armando Picchi, Giovanni Vincenzi, Paolo Silvestri, Giovanni Busoni, Francesco Lipitzer, Mario Zidarich, Mario Stua, Bruno Arcari IV, Ostilio Capaccioli, Igor Protti, Cristiano Lucarelli, Giorgio Chiellini, Marco Amelia.

Partecipazione dei giocatori amaranto con le rappresentative nazionali:
Arcari Bruno IV (2 in Nazionale B, 1 gol);
Magnozzi (26 più 3 con il Milan in Nazionale A, 13 gol);
Lucarelli (3 in Nazionale A, 1 gol);
Amelia (2 in Nazionale A, 7 in Under 21);
Uslenghi (1 in Nazionale B);
Busoni (1 in Nazionale B, 1 gol);
Monza (1 più 1 con la Lazio in Nazionale B);
Vincenzi (1 in Nazionale A più 3 in Nazionale B con il Napoli);
Chiellini (4 in Nazionale Under 21, 1 gol).

Giocatori campioni del mondo con la maglia amaranto:
Amelia (Germania 2006).

Hanno vestito l'azzurro prima o dopo l'amaranto:
Badiani (1 in Nazionale B);
David (3 in Nazionale A, 3 in Nazionale B);
Nastasio (1 in Nazionale B);
Tacconi (7 in Nazionale A, 17 in Nazionale B);
Bedin (6 in Nazionale A);
Desideri (3 in Nazionale B, 1 gol);
Picchi (12 in Nazionale A, 1 in Nazionale B);
Vernacchia (2 in Nazionale B);
Cappa (1 in Nazionale B);
Gimona (3 in Nazionale A, 1 in Nazionale B, 3 gol);
Pitto (29 in Nazionale A, 3 in Nazionale B, 2 gol);
Viani II (1 in Nazionale B);
Cassani (2 in Nazionale Olimpica);
Martini (1 in Nazionale B);
Puccinelli (4 in Nazionale B);
Virgili (7 in Nazionale A, 2 gol);
Coco (17 in Nazionale A, 20 in Under 21);
Grandoni (18 in Under 21);
Galante (21 in Under 21);
De Ascentis (5 in Under 21);
Pavan (3 in Under 21);
Morrone (9 in Under 21);
Colucci (5 in Under 21);
Ruotolo (1 in Nazionale A);
Colombo (9 in Under 21).
Gruppo Banca Carige Legea G Sport Pubblicità Gruppo Spinelli Better Scommesse
Copyright © 2004-2005 Eurobit Informatica s.r.l. Tutti i diritti riservati. Giornale online decreto del tribunale n°2403 del 30/12/2003. Proprietà: A. S. Livorno Calcio s.r.l. - Direttore Responsabile: Paolo Nacarlo