Più che descriverla come la spiaggia più bella di Zante, è forse doveroso definirla come una delle cinque o sei spiagge più fotografate di tutta la Grecia.
Accessibile solo dal mare, dà subito l’idea della grandezza e della perfezione; costituita da milioni di piccoli sassolini ed abbracciata dalle tonalità azzurre del mare che si perdono a vista d’occhio, risulta semplicemente unica ed il relitto sembra messo lì proprio dalla mano di un’artista.
Arrivando in caicco, le altissime pareti verticali sembrano quasi volerla nascondere fino all’ultimo per poi regalare all’improvviso un colpo d’occhio eccezionale su tutta la baia.
Spesso l’acqua intorno a Navagio si colora di azzurro elettrico per via delle numerose grotte sulfuree che contornano la spiaggia e che quando si alza il mare liberano grosse quantità di zolfo, dando l’opportunità di foto ricordo splendide.
Per visitare la spiaggia, oltre ai numerosi tour dell’isola, c’è la possibilità, dalla vicina insenatura di Porto Vromi, di usufruire del quotidiano servizio di taxi-boat offerto dalle imbarcazioni locali.
Consigliamo comunque a tutti di visitare Navagio al mattino poiché nelle ore pomeridiane il mare tende spesso ad ingrossarsi e potrebbe causare problemi per il rientro.
 
 
  Non potete proprio andare via dall’isola senza avere infine visto questa spiaggia dal punto panoramico situato in cima al promontorio che la sovrasta.
A metà strada tra i paesi montani di Volimes ed Anafonitria c’è una strada asfaltata che conduce ad un ampio parcheggio; si devono scendere poi pochi gradini per raggiungere il balcone sospeso nel vuoto da cui si può ammirare la spiaggia.
 
 
Home - Introduzione - Info - Top 10 - Spiagge - Parco Marino - Storia e Cultura - Attività estreme - Cucina locale
Sport - Alloggi - Ristoranti - Pub & Bar - Negozi
- Località - Vocabolario - Mappa del sito
© 2003, Zanteisland