logo






























































S.LEONARDO, GROTTA STAR CEDAT

La grotta Star Cedat (1076/483FR) Ŕ una interessante cavitÓ per la diversitÓ di ambienti e particolaritÓ che offre, si sviluppa per 1200m e richiede un minimo di conoscenze speleo-alpinistiche. Infatti la  CavitÓ si apre  in parete  a 10m  di altezza ed Ŕ neccessaria  una risalita sulla corda fissa presente in loco. Gli ancoraggi sono ottimi, l'accesso Ŕ stato messo in sicurezza recentemente con fix resinati. Dall'ingresso esce una piccola colata d'acqua che si getta nel torrente Postarmedizo che ha origine proprio dall'anfiteatro naturale in cui la grotta Ŕ sita; in caso di forti piogge la piccola colata si ingrossa ed Ŕ difficile raggiungere l'entrata. Star Cedat inizia subito con un bellissimo e stretto meandro a tratti allagato. A circa 70m dall'entrata un passaggio stretto sulla destra, quasi nascosto e al cui interno soffia talvolta una fortissima corrente d'aria, immette nel cosiddetto "Ramo Bianco", un meandro ora agevole, caratterizzato sul fondo da acqua limpidissima e calma, nel quale si sono fomati rari coralloidi, e da lame di roccia incastrate tra le pareti del ramo a metÓ altezza. Prima della strettoia, nel meandro iniziale, Ŕ interessante proseguire per quella che sembrerebbe la prosecuzione principale, ma che inaspattatamente si riduce di sezione fino ad occludersi del tutto, la quale dopo una decina di metri, presenta una  bellissima sezione a "buco di serratura". Il "Ramo Bianco" dopo un centinaio di metri si allarga e la morfologia della grotta cambia: nel cosidetto "Ramo delle Sale" si incontrano numerosi massi di frana e, giunti nella pi¨ ampia sala della cavitÓ, denominata "Sala del Presidente", la morfologia Ŕ completamente di crollo. Da qui dipartono due rami: il "Ramo della Faglia" e il "Ramo della Mucca Pazza". L'imbocco per quest'ultimo si apre sulla destra della "Sala del Presidente" e per visitarlo si Ŕ costretti ad incunearsi tra i massi di crollo, superando infime strettoie invase dall'acqua con bruschi saliscendi. Proseguendo, la grotta continua in salita e le dimensioni si fanno pi¨ generose, ci si trova ora a camminare su di una imponente frana. Percoso qualche decina di metri la "Silicon Valley" inaugura un nuovo ambiente caratterizzato da splendide concrezioni che solo ora appaiono numerose e di modeste dimensioni. Il ramo continua con questo interessante ambiente, ma la nostra visita si Ŕ fermata a questo punto. Tornando alla "Sala del Presidente" sulla sinistra si apre l'accesso al "Ramo della Faglia" la prosecuzione attiva del corso d'acqua principale, in cui, superato uno stretto by-pass, si incontrano dei tratti allagati caratterizzati da alcune stalagmiti inclinate indice di movimenti neotettonici. Come specificato nel Catasto Regionale delle Grotte Ŕ da tener presente che la grotta Ŕ attiva, con alte portate e bassi tempi di corrivazione in caso di pioggia, Ŕ quindi opportuno affrontarla con tempo stabile. Inoltre visto la fragilitÓ dei coralloidi presenti, soprattutto sul fondale del ramo bianco, e altri rari depositi carbonatici si raccomanda la massima cautela e attenzione al visitatore. Accesso. Subito dopo l'abitato di San Leonardo in direzione di Altana parcheggiare l'auto nei pressi del primo tornante. Una mulattiera si stacca sulla destra di quest'ultimo e costeggia il sottostante torrente, percorso un breve tratto si nota sulla destra un affluente. Non resta che risalirlo interamente fino all'evidente parete rocciosa che preclude ogni prosecuzione e in cui si apre Star Cedat. In alternativa una traccia di sentiero bollinato permette di raggiungere la grotta evitando l'alveo del torrente, mantenendosi nel bosco alla sua sinistra orografica. In entrambe i casi 15-20 minuti dall'auto.






1
L'ingresso della grotta a metÓ parete

2
Nel meandro iniziale

3
Caratteristica sezione a "buco di serratura"

4

5

6

7

8
Alcune immagini dello splendido "Ramo Bianco"

9

Poco prima della "Sala del Presidente"


10
Tratto allagato nel malagevole accesso
al "Ramo della Mucca Pazza"

11
"Silicon Valley"

12
Concrezioni nel "Ramo della Mucca Pazza"