Scopri Yahoo! con i tuoi amici

Esplora notizie, video e molto altro in base a ciò che i tuoi amici leggono e guardano. Pubblica la tua attività e conserva il pieno controllo.

Per cominciare, prima

ATTIVITÀ DEGLI AMICI

    L'Italia si inchina a una grande Spagna: è 4-0

    Gli Azzurri cadono nella finale dell'Europeo: David Silva, Jordi Alba, Torres e Mata decidono la sfida. La Nazionale non è mai stata in partita e ha perso anche Chiellini (20') e Thiago Motta (60') per infortunio, chiudendo la sfida in dieci nell'ultima mezz'ora. Furie Rosse da record

    Lasciamogli il pallone, perché questo è il loro gioco. Non c'è niente da fare, anche l'assalto dell'Italia di Cesare Prandelli non è valso a nulla. Nemmeno la nazionale che più di tutte aveva imitato il possesso palla della Spagna è riuscita a portare a casa qualcosa al momento del dunque. Le Furie Rosse vincono ancora, battono gli Azzurri 4-0 nella finalissima di Kiev e portano a casa Euro 2012 battendo gli Azzurri nella finalissima di Kiev. Un match stritolato nel giro di un quarto d'ora, alla faccia di chi si era convinto che il loro fosse un calcio ormai noioso e prevedibile. Alla fine vincono ancora loro. Dopo l'Europeo del 2008 e il Mondiale del 2010. Un "triplete" da paura, che non era mai riuscito a nessuno. Già, lasciamogli il pallone. Questo è davvero il loro gioco.

    FABREGAS TITOLARE, BALZARETTI IN PANCA - Vicente Del Bosque lascia fuori il centravanti di ruolo dopo l'esperimento di Alvaro Negredo in semifinale contro il Portogallo. Torna titolare Cesc Fabregas, mentre gli altri dieci undicesimi sono confermati con Pedro che parte ancora una volta dalla panchina. Nessuna novità rispetto alle anticipazioni per Cesare Prandelli, che rispetto alla semifinale vinta 2-1 contro la Germania lascia fuori Federico Balzaretti e recupera Ignazio Abate sull'out di destra nell'ormai tradizionale 4-3-1-2 della Nazionale.

    SILVA E ALBA, L'ITALIA VA SOTTO 2-0 - Il primo tiro è di Andrea Pirlo, che al 2' calcia a lato dopo una bella azione di Antonio Cassano. Ma l'avvio è tutto di marca spagnola. Le Furie Rosse si scrollano di dosso discussioni stucchevoli sul fatto che siano più o meno noiose alzando da subito il tono della contesa. Ritmi alti, possesso palla dei giorni migliori e un Andrés Iniesta incontenibile. Al 7' Sergio Ramos sfiora la porta di testa sugli sviluppi di un corner, mentre al 10' Xavi calcia alto di un nulla un tiro da fuori al termine di un'azione interminabile della Spagna. E, puntuale, al 14' arriva l'affondo. Iniesta vede il movimento senza palla di Cesc Fabregas, Giorgio Chiellini - irriconoscibile - non lo tiene e la palla va dentro, insaccata dall'accorrente David Silva. La fascia sinistra, quella presidiata da Chiellini, diventa terreno di conquista per gli uomini di Del Bosque. E al 20' il difensore azzurro getta la spugna per un riacutizzarsi dei problemi muscolari che lo avevano tenuto fuori contro l'Inghilterra. Al suo posto entra Federico Balzaretti, che dà sicurezze maggiori in fase difensiva e spinge molto in attacco. La Nazionale ha un guizzo e impensierisce Iker Casillas con una serie di corner precisi di Pirlo, mentre Cassano sporca due volte i guanti al portiere avversario con una conclusione centrale (29') e una bella botta da fuori (33'). Eppure, è un fuoco di paglia. La Spagna, dopo aver rifiatato, riparte come se nulla fosse. E al 41' insacca il 2-0 con Fabregas che serve alla perfezione Jordi Alba, lanciatosi in profondità con un movimento senza palla da manuale, iniziato dalla propria metà campo. Il terzino non sbaglia a tu per tu con Buffon e insacca il primo gol in nazionale, quello che chiude un primo tempo traumatico per gli Azzurri, in netto affanno con gli uomini migliori.

    THIAGO MOTTA CEDE, TORRES ISPIRA IL POKER - Prandelli toglie subito Cassano che, anche per problemi al ginocchio, viene rimpiazzato dall'avvio del secondo tempo da Antonio Di Natale. Il bomber dell'Udinese ci prova subito ma prima spedisce alto un facile colpo di testa (46') e poi spara su Casillas un sinistro dal cuore dell'area (51'). La partita vive le fasi più spettacolari. Perché da un lato l'Italia prova il tutto per tutto e dall'altro la Spagna cerca di chiudere la partita calando il tris. Fabregas ubriaca la difesa azzurra e al 48' viene bloccato soltanto da Buffon, mentre al 49' le Furie Rosse reclamano giustamente per un calcio di rigore non assegnato (mani vistoso di Bonucci su incornata di Sergio Ramos). Prandelli al 56' finisce i cambi con la più infausta delle sostituzioni: Thiago Motta per Montolivo. La partita del neo-entrato dura soltanto 4', perché al 60' gli cede la coscia destra ed è costretto a uscire in barella. L'Italia resta in dieci e la partita finisce qui. La Spagna continua ad aggredire, pur abbassando i ritmi. Del Bosque mette prima Pedro per Silva (58') e poi Torres per Fabregas (75'), mentre Abate e Balzaretti stringono i denti per non lasciare la Nazionale in nove. All'84' arriva l'inevitabile 3-0 di Torres, che segna il terzo gol del torneo divenendo capocannoniere ex-aequo con un piattone facile facile nel cuore dell'area. Sono i titoli di coda. A mandarli è l'uomo che aveva iniziato tutto quattro anni fa in una bollente notte di Vienna, quando la Spagna salì sul trono d'Europa per la seconda volta nella propria storia stendendo la Germania. Torres che aveva interrotto il digiuno, Torres che sigilla un delirio di onnipotenza valso due Europei e un Mondiale nel giro di quattro anni con l'assist per Juan Mata, che entra all'86' per Iniesta e due minuti dopo insacca il poker. Finisce 4-0, la finale con il divario più ampio di sempre. Già, il pallone è proprio loro.

    SPAGNA DA RECORD, AZZURRI STANCHISSIMI - Niente da fare per l'Italia, giunta in finale con la lingua di fuori e massacrata sotto tutti i punti di vista da una Spagna che all'appuntamento decisivo è tornata a vestire l'abito buono. Prandelli qualche errore l'ha commesso dando troppa fiducia alle condizioni difficili di Chiellini, Cassano e Thiago Motta. Ma anche in condizioni ottimali molto probabilmente non ci sarebbe stato nulla da fare. La Spagna vince ancora, centra il terzo titolo d'Europa nella propria storia e diventa la prima squadra ad essersi confermata regina del Vecchio Continente, l'unica ad aver vinto tre finali di competizioni internazionali di fila, non avendo subito gol negli ultimi 990' di partite a scontro diretto. Dei marziani con la passione per il pallone.

    Eurosport ti offre tutti i match di Euro 2012 in differita, anche su web e mobile con Eurosport Player (www.eurosportplayer.it). Non perdere poi il magazine "Euro 2012 Show", in onda ogni giorno alle ore 20:00 su Eurosport con gli approfondimenti di Kluivert, Benitez, Wenger, Bobic, Berthold e Dacourt

     
    • Christian Pugliese  •  3 giorni fa
      Non siamo stati i primi, ma comunque ci siamo fatti rispettare. Magari eravamo così anche in politica
      • hans 3 giorni fa
        vi siete fatti rispettare sì (woow 0-4)
      • Preguntame 3 giorni fa
        Hans ma come mai l'accento tedesco ce l'hai solo 1 volta su 100? Forse dovresti cambiare paese per le tue fanta cazzate su yahoo italia
      • hans 3 giorni fa
        perspicace il giovane culattoncello italiano
    • Alessandro  •  3 giorni fa
      La Spagna ha meritato la vittoria, ma mi fanno schifo quelli che rinnegano l'Italia. Prandelli ha preso una squadra inesistente e l'ha portata ad essere la numero due in Europa e forse al mondo. Di certo e' stata una partita nata male. I nostri erano gia' appagati mentalmente dall'avere distrutto la Germania e la Spagna ha giocato come ai vecchi tempi. La Spagna ha sempre giocato a livello medio in questi europei tranne che nella finale.
      Inoltre la Spagna non ha combattuto con Inghilterra e Germania. Ma merito agli Iberici.
      Quello che non capisco onestamente e' come e' stato possibile che contro un mediocre Portogallo sia finita ai rigori e con noi 4 a 0.
      Comunque e sempre Forza Azzurri saremo pronti per il Brasile 2014
      • Preguntame 3 giorni fa
        Concordo, se pensi che neanche dovevamo arrivare ai quarti.
    • Franco Gafran  •  3 giorni fa
      Ma come fanno questi spagnoli a non essere mai stanchi?Sono dei veri superuomini.
      • hans 3 giorni fa
        non è che loro sono dei superuomini, è che voi siete delle seghette
    • giovanni da Novara  •  3 giorni fa
      in tema di panem(tassato)et circenses noi italiani dalla bocca larga (dai giornalisti, dagli opinionisti???, da Prandelli ai giocatori), avremmo potuto dare una regolata alle esternazioni trionfalistiche. Rimane il fatto di una squadra Italia che per il percorso fatto e dati i recenti precedenti si e' comportata molto bene e non come pessimisticamente era facile prevedere. Si sono viste partite bellissime, ma purtroppo oltre ad una Spagna in palla abbiamo avuto una giornata meno di riposo. Sarebbe bastato?non lo so : di sicuro in panchina c'erano giocatori che, se non considerati di carisma, perlomeno piu' freschi e meno acciaccati e avrebbero, chissa', potuto limitare i danni. Mi viene in mente l' Italia al mondiale 1970 di fronte al Brazile dopo aver battuto la Germania : in campo avevamo dei fantasmi molto stanchi , come ieri . Avanti Prandelli i giovani bravi li hai ed hai dimostrato che ci sai fare e non hai certo finito di darci soddisfazioni. Balotelli che goal da fdavola e quanti non ne sono entrati anche dagli altri: Prandelli e un po' di tiro al bersaglio non sarebbe da tenere in considerazione?
    • Marcello  •  4 giorni fa
      siamo arrivati in finale a sorpresa..le ultime partite siamo riusciti a esprimere un bel gioco..e con la germania l'abbiamo indovinata..balotelli non è un fenomeno..ne usciamo comunque a testa alta..la spagna nettamente superiore..
      • Roberto 4 giorni fa
        Balotelli e' Un grande centravanti il
        Migliore al mondo
      • ivanf 4 giorni fa
        buffon, balzaretti, bonucci, de rossi, barzagli / nocerino, pirlo, montolivo, / diamanti, di natale. sostituzioni: esce pirlo ed entra balotelli ( montolivo fa il regista davanti alla difesa e diamanti sta dietro balotelli e di natale) poi entra cassano per di natale e una sostituzione la tieni per ogni evenienza. questa doveva essere l'idea della partita, cosi' ce la saremmo giocata!
      • hans 3 giorni fa
        direi che soprattutto ne uscite con il culo rotto
    • Tomaso S  •  3 giorni fa
      Lasciando perdere il risultato io vorrei spendere 2 parole per il futuro della nazionale....ho visto alcuni giovani giocare bene e Balotelli meriterebbe una riconferma....ma serve un attacco migliore perché non si puó giocare sempre solo a 2 punte...serve almeno un Totti a servire avanti....Pirlo e de Rossi per un pó si sono alternati come propositori ma uno ha 33 anni e l´altro resta piú difensivo che offensivo....insomma per me le basi per una buona nazionale almeno dal punto di vista difesa e centro campo da portare in Brasile ci sono....spero arrivino nuove leve a dare un rinforzo all´attacco perché i baggio oramai non esistono piú in Italia per cui bisogna sostituirli con un gioco d´attacco vincente....
      • hans 3 giorni fa
        ehi, ma perché lasci perdere questo simpaticissimo risultato?
    • ivanf  •  3 giorni fa
      Una piccola considerazione: nessuno si chiede come mai nel 2004, con le olimpiadi alle porte ad Atene, gli europei li vince la Grecia? Mi fermo con gli esempi ma sarebbero infiniti. Allora l'unica cosa che mi rincuora è che tutte queste vittorie della Spagna nei vari sport mi dicono che quel Paese tra i pigs sara' il prossimo a chiudere bottega, e che l'Italia ha molte piu' possibilità di cavarsela, di fronte al default ma chissenefrega degli europei!!!!
    • LAZIALE MAIALE  •  4 giorni fa
      ANDREA PIRLO PROSSIMO PALLONE D'ORO............................(AHAHAHAHAH)
    • 4 PERE e a CASA,L'ITA ...  •  4 giorni fa
      allora? la spagna non doveva perdere? dove sono quelli che dicevano che l'italia vince qui vinceva la? hahaha,ora non festeggiate più? vi è andata di lusso la spagna meritava 6 gol nitidi,rigore netto non dato. pirlo da pallone d'oro? ma era in campo? haha asfaltati ve l'avevo detto a casa con le ossa rotte.
    • Elena  •  3 giorni fa
      Queste sono le conseguenze quando TOTTI non gioca in questa nazionale! Senza TOTTI non si vince niente!
    • Bea  •  3 giorni fa
      C'è una cosa che non mi spiego... Siccome il Portogallo è nettamente inferiore all'Italia, se giocavano come ieri li battevano 8-0, ma hanno giocato malissimo e se ai rigori perdevano? E ancora non sapevano chi sarebbe stata la finalista avversaria, quindi se hanno risparmiato energie in semifinale che senso ha rischiando di non arrivarci?
    • Frank  •  4 giorni fa
      Abbiamo perso per colpa delle pippe juventine. Onore comunque alla Spagna.
    • hans  •  3 giorni fa
      i giovani abissini salutano i fratelli della madrepatria
    • Giampietro  •  4 giorni fa
      E adesso cari Buffon e Bonucci sotto con le scommesse... Niente tarallucci e vino non avete vinto ! Infami corrotti.
    • T-1000 cittadino onorario ...  •  4 giorni fa
      Speriamo che calciopoli-bis mandi definitamente in cantina questa sporca squadra rubbentina, che ci fa vergognare in tutto il mondo
    • fabrizio  •  3 giorni fa
      VENDUTIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII
    • MK7  •  4 giorni fa
      hahaha le mie parole sono sagge tutti esaltati dopo la vittoria sulla germania dicendo di essere alla pari della spagna hahaha 4 a 0 a casa !!!!!
    • Nvghrty  •  4 giorni fa
      Avevi 23 giocatori..perche" nn hai fatto giocare anche qualcun altro? sighhh..e poi dici ke erano stanchi! il tuo cervello e" stanco...
    • daniele  •  4 giorni fa
      Prandelli voto 2. Ha messo in campo Chiellini rotto, giocandosi già un cambio. Ha lasciato il centrocampo agli spagnoli, giocando con 3 centrocampisti veri contro 5. Ha messo in campo un Cassano inesistente e irritante. Ha messo in campo Motta inutilmente, per poi, sfortuna, vederlo uscire poco dopo.
      Forse avremmo perso lo stesso, ma questa partita non è esistita. Prandelli non ha avuto il coraggio di cambiare formazione rispetto alla semifinale e di dire no a giocatori morti.
    • silvio  •  4 giorni fa
      secondo me Mario Monti porta sfiga !