blogo, informazione indipendente
Logo Blogosfere

Elio e le Storie Tese: nuovo singolo Complesso del Primo Maggio tratto dal prossimo Album Biango

Venerdì 12 Aprile 2013, 11:33 in Musica di

Canzone nuova, nuovo obiettivo satirico, ovvero l'evento musicale della Sinistra italiana

elio e le storie tese complesso del primo maggio.jpg

Impegnati in un tour italiano che oggi e domani li porta al Teatro degli Arcimboldi di Milano (dopo la performance di Sasha Grey, chissà come saranno contenti), gli Elio e le Storie Tese hanno deciso questa mattina di celebrare la prossima uscita del nuovo disco del gruppo, intitolato L'album Biango in onore del quasi omonimo disco dei Beatles, pubblicando un singolo apripista.

Il nuovo brano si chiama Complesso del Primo Maggio e, come facilmente si può intuire dalla lettura della nota ufficiale diffusa dalla band, parla proprio dell'evento musicale che ogni anno allieta e devasta piazza San Giovanni a Roma:

"Il primo maggio è caratterizzato dal concertone del Primo Maggio, che a sua volta è ricco di complessi del primo maggio. Il concertone del primo maggio genera complessi del primo maggio che suonano al concertone del primo maggio. Le implicazioni artistiche di questo fenomeno sono altalenanti".

La canzone è impostata su un binario piuttosto simile a quello della Canzone mononota trionfatrice al Festival di Sanremo: da una parte un testo metatestuale che descrive puntualmente e puntigliosamente vizi, luoghi comuni e sclerotizzazioni della realtà musicale "di sinistra", populista e dall'ideologia rosè che viene proposta sul palco dell'evento organizzato dai maggiori sindacati italiani; dall'altra si tratta del classico tour de force mimetico e post-moderno attraverso vari generi, in una riproposizione ironica delle melodie stereotipiche primomaggenghe.

Si distinguono infatti con chiarezza le imitazioni della voce di Zulù dei 99 Posse, Almamegretta, Sud Sound System, Linea 77, l'etnica meridionale possibilmente salentina, la world music balcanica saltellante di Goran Bregovic, Eugenio Finardi, gli sproloqui di Beppe Grillo, Van De Sfroos e in chiusura anche un breve accenno chitarristico a We Will Rock You dei Queen, canzone da incitamento folle per eccellenza.

Classico humour da Elii, quindi. Peccato per una certa deriva autoreferenziale che il gruppo sta prendendo nell'ultimo periodo: la perizia tecnica è come al solito innegabile, ma il senso di stanchezza per delle prese in giro sempre più uguali a se stesse inizia a divenire evidente. Si spera pertanto in una ritrovata freschezza de L'Album Biango che potrebbe riconfermare il gruppo ad alti livelli, nonostante le perplessità di alcuni ascoltatori.  

Foto: Getty Images

0

Attendere la pubblicazione del commento

Seguici

Iscriviti ai nostri feed rss. Leggi in tempo reale tutti i post pubblicati dal blogger!

Post in evidenza su Blogosfere