News - Google Hotel Finder finalmente debutta. E adesso ?

Google Hotel Finder finalmente debutta. E adesso ?

Clicca per aprire la photogallery
Secondo una recente statistica, di cui ho perso però la fonte, le keywords “hotel + località” hanno perso il 70 % del traffico, per sopperire a questo profondo cambiamento che ovviamente ha ridotto gli introiti nelle casse di Mountain View, Google decide le contromisure e dopo alcuni anni di sperimentazioni (i primi post ufficiali sono datati marzo 2010) presenta ufficialmente in tutto il mondo Google Hotel Finder.

Negli ultimi anni è stato un fiorire di meta-motori e Big G ha in serbo altri progetti simili, presto usciranno dalla fase Beta Google Flights, poi Google car Insurance.

Altro motivazione che ha portato Google a far definitivamente decollare GHF sembra dovuta al fatto che le OTA negli ultimi anni avrebbero di fatto investito molto più in SEO che in passato, ottenendo buoni risultati tali da indurli a ridurre gli investimenti in PPC.

La nuova funzione compare esclusivamente con le ricerche generiche (hotel + località), oppure (hotel + località + stelle) mentre con “long keyword” (es.: hotel quattro stelle con piscina a Rimini) è assente. I molti convergono che GHF sia ancora in fase di ottimizzazione, pertanto sia prematuro trarre conclusioni, tuttavia la prima più evidente è che con questo nuovo box i risultati organici comparendo dopo quelli locali di Google Places, rendono la SEO sempre meno influente.

Altra certezza di Hotel Finder è il suo collegamento con le schede di Google Places/Google Plus Local, ma chi pensa che la SERP di Google Map e quella di Google Web siano la medesima si sbaglia, almeno è quanto emerge dai primi test effettuati.

Gli elementi innovativi sono il: confronta-tariffe del periodo prescelto con quelle dell’anno passato che viene evidenziato con un colore rosso o verde quando la differenza è superiore al 20%. Assieme alla quotazione delle OTA (Booking.com, Expedia, Venere, HRS), al momento favorite, con sorpresa compare anche il sito diretto dell’Hotel, senza prezzo.

Ed ora vediamo ad alcune tra le domande più frequenti.

Come si entra in Google Hotel Finder ?
- Ci pensa Google, attraverso appunto le informazioni di Google + Local, tra cui anche il Business Photo. Le informazioni vengono anche prelevate dai partner come Booking.com. Al momento Google dichiara che non ne saranno aggiunti altri.

Altra domanda, ma come è possibile comparire nei Sponsored Links ?
- La risposta è per il momento è una prerogativa esclusiva di alcune Google Adwords Strategist, Integration Partner e aggregatori, che pagheranno come hanno sempre fatto sin’ora, in virtù del fatto che i loro clienti ricevono una potenziale prenotazione. Non è chiaro se con una revenue reverse o con PPC !
Alcune indiscrezioni apparse rivelano che il numero di partner sarà aumentato in futuro, sino a che gli stessi alberghi che potranno mettere la loro disponibilità ed il prezzo. 

Ed infine, l'ordine in cui compaiono gli hotel da cosa dipende ?
- Non è possibile sapere con assoluta certezza, tuttavia Google dichiara espressamente il prezzo non incide sul posizionamento. Altri fattori possono condizionarli tra cui le recensioni (ora di tre tipi, con più punteggi), le informazioni presenti nella scheda Plus, accordi con le OTA ed altri fattori che appartengono all'algoritmo di Google.

Top Torna indietro Top Top






© PIANETAITALIA.COM Srl     PIVA/CF 03264080403