Articolo
Modifica ricerca Ritorna alla precedente ricerca
   Stampa                  PDF                  Invia ad un amico  
 
Pubblicazione: 23-04-1993, STAMPA, TORINO, pag.23
 
Sezione: Spettacoli  
Autore: G_FER  
Laura Pausini Maturita' e poi tournee <Son studiosa e devota>
La tournee la fara' in agosto, dopo gli esami di maturita'. Intanto, il ricordo piu' bello di Laura Pausini, nella sua breve vita di cantante di successo dopo Sanremo, resta una telefonata: <Ha chiamato Masini. Capisci? Aveva ascoltato i provini del mio album e voleva farmi i complimenti. La mia sorellina quasi sveniva. Pochi mesi fa, una cosa del genere... Neanche nei sogni>. Adesso che <La solitudine> sta in hit parade, e' cambiato poco nel tran tran di Laura. Vive con papa', mamma e sorella a Solarolo, in quel di Ravenna. In casa le uniche novita' sono le lettere. <Una ventina al giorno: mi scrivono giovani, bambini, adulti. Mi ha commossa una signora di ottant' anni che vorrebbe essere mia nonna>. Assennata ( <studio, non vorrei rovinarmi la media> ), devota ( <credo in Dio e sono praticante, ho sempre cantato nel coro della chiesa> ), legata a piccole felicita' e piccoli dolori ( <mi spiace lasciare la scuola, li' ho gli amici> ), pare troppo perfetta per essere vera: il prototipo della <faccia pulita Anni Novanta>. Ma esplode, diciottenne irruente, se sospettate opportunismi e scaltre direttive dei manager: <Io sono io, vesto come mi pare e dico cio' che penso. Non accetterei di fingermi un' altra per vendere qualche disco>. Che temperamento, signorina. (g. fer. )