lunedì 1 agosto 2016

.
Sfogliatore
ACQUISTA EDIZIONE
LEGGI L’EDIZIONE
14/05/2013 06:01

La figlia di Bud Spencer sceglie il Pdl

La prima volta in politica. Mamma di due ragazzi, di 18 e 22 anni, un'attività alle spalle di produzione cinematografica prima, insieme al fratello, e poi di agente immobiliare, una spiccata dote di...

C__WEB

La prima volta in politica. Mamma di due ragazzi, di 18 e 22 anni, un'attività alle spalle di produzione cinematografica prima, insieme al fratello, e poi di agente immobiliare, una spiccata dote di mediazione («come quella che mi ci vorrà adesso», dice ridendo) e un sorriso accattivante, come quello del padre: Bud Spencer, attore e candidato con Storace alle regionali 2005. Cristiana Pedersoli è in corsa per il Pdl in XV Municipio (ex XX). In ticket con Lorenzo Marini, esperto in tema mobilità. Romana, cresciuta in zona Cortina d’Ampezzo, la sua è stata una candidatura per caso.

Ci spieghi com’è andata…

«Non avevo idea di ritrovarmi candidata. Un amico d’infanzia, Marco Perina, me l’ha chiesto e io mi sono lasciata entusiasmare, perché penso che la crisi che tocca Roma non sia solo economica, ma anche etica. E che sia arrivato il momento che ogni cittadino si rimbocchi le maniche».

E lei è pronta a dare il suo contributo…

«Non penso di arrivare io e cambiare il mondo, ma spero di essere un tramite tra le esigenze dei cittadini, delle categorie, come i commercianti, e le istituzioni».

Idee in cantiere?

«Mi sta molto a cuore la tutela e il rispetto dell’ambiente, quindi maggiore cura delle aree verdi. Vorrei far riaprire la Torretta Valadier a Ponte Milvio per ridarla alle esposizioni dei giovani artisti. Adesso è chiusa per i lavori della Sovrintendenza. Ci vuole mediazione sempre a questi livelli. Tanti progetti sono bloccati per mancanza di dialogo. La ricetta è ascoltare tutti. Il mio impegno sarà in favore delle giovani generazioni: piste ciclabili, aprire biblioteche, far riscoprire i tesori archeologici. Comunque vada è una bellissima esperienza, visto il riscontro di affetto e carineria nei miei confronti che non mi aspettavo".

E papà che dice?

«Mi ha detto che è l’avventura giusta per me ed è molto contento. A 85 anni è carico di energia e mi supporta. Il suo successo di simpatia e positività è stato sempre un punto a favore nella mia vita».

Valentina Conti






consenso al trattamento dei dati
I commenti inviati vengono pubblicati solo dopo esser stati approvati dalla redazione






Invia una copia anche al tuo indirizzo di posta
Se il codice risultasse illeggibile CLICCA QUI per generarne un altro

 

Copyright 2001 Quotidiano IL Tempo srl tutti i diritti riservati - Gerenza - Pubblicità