Sabato, 07 Aprile 2012 06:20

Iniziativa europea dei Cittadini per l'esperanto: si canti inno europeo in esperanto

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
Da Nova sento in rete

Iniziativa europea dei Cittadini per l'esperanto

„Raccomandazione di cantare l'inno europeo in esperanto"

L'UEE ha utilizzato ieri il diritto, riconosciuto dal Trattato di Lisbona ai cittadini di presentare le loro proposte per rendere più efficace il funzionamento dei Trattati dell'UE, ed ha inviato alla Commissione Europea per la registrazione la sua proposta affinchè:

L'UE raccomandi di cantare l'inno europeo nella lingua neutrale esperanto, nel testo allegato di Umberto Broccatelli, quando i rappresentanti degli stati membri vogliono insieme esprimere la loro identità europea comune.â€
Gli scopi di questa iniziativa dei cittadini sono:
1) contribuire a rafforzare la comune identità europea in armonia con le identità nazionali, regionali ed altre, e così rendere più efficace l'UE per i cittadini;
2) accrescere la partecipazione dei cittadini all'integrazione europea;
3) contribuire a raggiungere (1) e (2) per mezzo delle parole di una lingua neutrale paneuropea permettendo ai cittadini di cantare insieme;
4) assicurare lo stesso livello di rispetto per tutte le lingue europee;.
5) riconfermare e riequilibrare i due elementi del motto della UE "unità nella diversità", per rendere più sicuro che non si sottolinei troppo la diversità nè troppo poco l'unità.

Nel comitato di 7 membri dei sostenitori dell'iniziativa, che abitano in 7 Paesi diversi dell'UE, ci sono, tra gli altri, il premio Nobel Professor Reinhard Selten, tedesco, ed il noto politico, Marco Pannella, italiano.

Il testo dell'inno europeo tradizionale si puo' ascoltare nella pagina www.europo.eu/eo/euhropa-himno, dove si trovano le traduzioni in tutte le 23 lingue ufficiali dell'UE, in croato, ed in molte lingue regionali, lingue monaritarie e lingue del mondo (il cinese, l'arabo, il russo, il giapponese, l'hindi, il bengalese, l'indonesiano). Altre traduzioni sono benvenute.

La Commissione Europea ha ora 2 mesi per decidere se accettare di registrare la proposta. Se la Commissione accetterà il fatto che la proposta dell'UEE effettivamente aiuta il funzionamento dei Trattati dell'UE e che fare tale proposta fa parte dei poteri della Commissione, l'UEE comincerà a raccogliere 1 milione di firme nei 27 Paesi dell'UE per rendere possibile alla Commissione Europea di considerare una sua proposta di legge con questa raccomandazione. E' importate sottolineare che si potrà firmare in rete .

Per ulteriori informazioni contattare sean.oriain@web.de (0032496-597763) o jozef.reinvart@gmail.com.

Bruxelles, 2 aprile 2012

Europa Esperanto-Unio
Unione Europea per l'Esperanto
Avenue Louise 405, bte 9,
BE-1050 Bruxelles
Belgio
www.europo.eu
-------------------------------------------------
Esperanto Italia - FEI
Via Villoresi, 38, 20143 Milano
Tel. 0258100857
www.esperanto.it, stampa@esperanto.it
Letto 685 volte


"Esperanto" Radikala Asocio

Senza scopo di lucro dal  25 aprile 1987
O.N.L.U.S. dal 1998
Codice fiscale 97104360587
Conto Corrente Postale 60397007
Associazione costituente del Partito Radicale 
nonviolento, transnazionale e transpartito
Via di Torre Argentina 76 Roma 00186
Tel. 0668979797 fax 0623312033
Cell. 3275576333 Email scrivici[at]eraonlus.org

 

Bonifico sul conto con IBAN:
IT07N0760103200000060397007

Versamento tramite il classico
Bollettino postale:

Scaricalo da qui già precompilato

Corso di Esperanto gratis. Tutor incluso!

Il corso in rete così come l'attività di tutoraggio, sono completamente gratuiti. Il corso si articola in dodici lezioni, ognuna con degli esercizi da mandare al proprio tutore, il quale ti verrà assegnato entro 48 ore con l'invio del modulo sottostante. Buono studio e buon divertimento!

Cadeau