Cerca

La manovra in Forza Italia

Prima la lite col Cav, poi il faccia a faccia. L'incontro in hotel col big anti-Salvini

Prima la lite col Cav, poi il faccia a faccia. L'incontro in hotel col big anti-Salvini

Proprio uno che non l' ha mai amato, cioè l' ex ministro Altero Matteoli, ha coniato la definizione più calzante: Stefano Parisi? È simile a un fiume carsico; scompare e riaffiora in superficie all' improvviso.... L' ex candidato sindaco del centrodestra a Milano, poi impegnato a rivitalizzare i liberal italiani e fondatore di Energie per l' Italia e infine "pensionato" dal Cavaliere sta in effetti per "riaffiorare" dalle parti di Napoli, a metà marzo.

Dopo una iniziativa in Sicilia con il coordinatore forzista Gianfranco Miccichè lo scorso ottobre e la presa di distanza pubblica di Silvio Berlusconi dovuta alle tensioni che l' ex manager aveva alimentato con Matteo Salvini, il tour Megawatt era proseguito in solitaria senza troppo successo. Gli azzurri, come accaduto a Padova, avevano addirittura scelto di tenere un atteggiamento ostile, boicottando gli appuntamenti.

Complice forse la convergenza col Pd per un sistema elettorale proporzionale che consentirebbe ai forzisti di sganciare Lega e Fdi, il Cavaliere ha "scongelato" il manager cui avrebbe voluto assegnare il ruolo di coordinatore azzurro lo scorso luglio. Con me si è comportato bene, è stato corretto, ha ripetuto a chi gli chiedeva se rispondere o meno alle telefonate di Mr Chili. Così, dopo pochissimi giorni, il manager originario di Roma che vive a Milano e vuole coinvolgere imprenditori, professionisti, uomini e donne che oggi non si interessano alla politica, si è rimesso in moto. La Regione scelta per ritornare in pista è stata la Campania, dove gioca un ruolo importante un suo ex compagno di militanza nel Partito socialista, pure lui vicinissimo un tempo a Gianni De Michelis, cioè Stefano Caldoro.

È con l' ex governatore della Campania che Parisi si è incontrato nei giorni scorsi in un albergo nei pressi della Stazione centrale di Napoli, come si usa fare all' ombra del Vesuvio. Secondo Il Mattino, l' ex ministro del Cavaliere era accompagnato da due esponenti del Nuovo Psi, cioè Guido Marone e Antonio Fasolino, ma anche dal deputato Guglielmo Vaccaro, un tempo del Pd poi vicino a Corrado Passera e al Movimento Idea, e dal presidente dei giovani di Confapi, l' imprenditore della green economy Angelo Bruscino. Parisi ha comunicato a Caldoro e agli altri di voler organizzare una nuova "puntata" del suo tour proprio a Napoli nel mese di marzo e, superata la fase delle contrapposizioni tra il partito e il suo movimento, ha chiesto una mano all' esponente di Fi, che ha sempre mantenuto ottimi rapporti personali col presidente di Forza Italia.

Il fondatore di Energie per l' Italia aveva informato anche gli altri big azzurri nella Regione, dal coordinatore regionale e senatore Domenico De Siano all' ex ministro Mara Carfagna, portavoce dei deputati e consigliere comunale nella città, passando per il capogruppo in consiglio regionale, Armando Cesaro.

Non si è ancora deciso - sul tema, probabilmente, si esprimerà come in passato direttamente il Cavaliere - se esponenti della classe dirigente azzurra che Parisi aveva criticato duramente saranno invitati o addirittura chiamati a parlare dal palco, ma certamente i forzisti stanno fornendo una qualche assistenza tecnica per il rientro sulle scene di Mr Chili. Nel frattempo Parisi ha staccato per un po' la spina dalla politica nazionale, è tornato ad occuparsi di Milano dove è consigliere comunale, si sarebbe chiarito con Giorgia Meloni, leader di Fdi, e, forse, addirittura con Matteo Salvini, leader della Lega, che però continua a pensar male di lui: Berlusconi lo ha recuperato? Mi sembra molto confuso....

Paolo Emilio Russo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fiorgio

    12 Gennaio 2017 - 16:04

    Caro Cav, stai facendo di tutto per scomparire, non faresti prima dimetterti dalla politica per il bene della destra, con i tuoi cosi detti moderati, non vai da nessuna parte, e metti da parte la chiesa che ti ha sempre colpito alle spalle, sei un altro fini. traditori simili.

    Report

    Rispondi

  • blues188

    12 Gennaio 2017 - 14:02

    Il comportamento del Berlusca in parte giustifica i tanti traditori subìti, visto che ora si capisce bene qual'è il suo comportamento. Al suo elettorato fa vedere la faccia feroce contro i comunisti, ma sottobanco giochicchia con loro sorridendo a bocca larga. Frequenta troppo il sud e si aliena le simpatie del nord che mal sopportano le sue giravolte. Si tolga il grembiulino una buona volta.

    Report

    Rispondi

  • blues188

    12 Gennaio 2017 - 14:02

    Il comportamento del Berlusca in parte giustifica i tanti traditori subìti, visto che ora si capisce bene qual'è il suo comportamento. Al suo elettorato fa vedere la faccia feroce contro i comunisti, ma sottobanco giochicchia con loro sorridendo a bocca larga. Frequenta troppo il sud e si aliena le simpatie del nord che mal sopportano le sue giravolte. Si tolga il grembiulino una buona volta.

    Report

    Rispondi

  • Vittori0

    07 Gennaio 2017 - 21:09

    ....REGALATEGLI UNA "KATANA"..!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog