In mezzo scorre il fiume

Film 1992 | Drammatico +16 119 min.

Titolo originaleA River Runs Through It
Anno1992
GenereDrammatico
ProduzioneUSA
Durata119 minuti
Regia diRobert Redford
AttoriBrad Pitt, Craig Sheffer, Tom Skerritt, Brenda Blethyn, Joseph Gordon-Levitt .
TagDa vedere 1992
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +16
MYmonetro 3,85 su 17 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Robert Redford. Un film Da vedere 1992 con Brad Pitt, Craig Sheffer, Tom Skerritt, Brenda Blethyn, Joseph Gordon-Levitt. Titolo originale: A River Runs Through It. Genere Drammatico - USA, 1992, durata 119 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +16 - MYmonetro 3,85 su 17 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
In mezzo scorre il fiume
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Dal romanzo di Norman Maclean. Stato del Montana, inizio secolo. Storia di due fratelli e della loro famiglia. Il film ha ottenuto 3 candidature e vinto un premio ai Premi Oscar e 1 candidatura a Golden Globes. Al Box Office Usa In mezzo scorre il fiume ha incassato 36,3 milioni di dollari .

Consigliato assolutamente sì!
3,85/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,34
CONSIGLIATO SÌ
Suggestione, coinvolgimento e sorrisi per un grande spettacolo.

Dal romanzo di Norman Maclean. Stato del Montana, inizio secolo. Storia di due fratelli - Norman, il maggiore, e Paul - e della loro famiglia. Il padre è un pastore protestante, rigoroso ma intelligente, titolare, per la famiglia, dei valori della vita. Per la famiglia la pesca con la mosca è una vera religione. Il movimento del braccio per il lancio dell'esca è tramandato da generazioni. I due fratelli pescano sul fiume col padre. La loro vita ha la cadenza di quel lancio. Norman va all'università all'est, Paul diventa giornalista a Helena. I fratelli si ritrovano grandi. Norman è sempre positivo e Paul è vitale e un po' maledetto. Norman si innamora di una ragazza, Paul ne ha uno stuolo, inoltre gioca, beve e ha la tendenza a mettersi nei guai. Norman è molto legato al fratello, nel suo racconto si intravvede subito che Paul avrà un certo destino: bello, vivace, apparentemente strafottente, in realtà è Paul a possedere il valore iniziale delle radici. Una sera Paul ha uno scontro con certi personaggi a un tavolo da poker. Inaspettatamente tutto finisce bene. Il giorno dopo i due fratelli e il padre vanno a pesca e Paul prende la più grossa trota che si sia mai vista. È il momento dell'unione più bella, la perfezione di tutto: l'atto religioso della pesca, la famiglia, la magia del fiume, dei boschi e del cielo. Poi Paul una notte viene trovato morto in una strada colpito dal calcio di una pistola. E Norman, novantenne, continuerà a pescare e a lanciare senza riuscire a farlo come suo fratello. Se si condivide la chiave del regista Redford, un ritorno alla bellezza, alla purezza e che la nostra civiltà ha dimenticato, questo è un film che entra nel cuore e rimane nella memoria. Sostenuto da un racconto fuori campo lirico ma di sostanza (letto da Cesare Barbetti, "voce" di Redford) con una musica che accompagna le scansioni della scrittura, il film non trascura nulla. Suggestione, coinvolgimento, sorriso e grande spettacolo. E poi, una stella nascente (Brad Pitt che interpreta Paul). È più che sufficiente per definire In mezzo scorre il fiume un grande film.

PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 2 gennaio 2010
lamax61°

Grande fotografia, luoghi stupendi e riconferma che, dietro ad un buon film, c'è sempre un buon libro. Leggo il libro e apprezzo il film. Guardo il film e apprezzo il libro. La pesca con la mosca che unisce una famiglia, sopra ogni altra cosa. Il silenzio e la bellezza dei luoghi per sconfiggere il mal dell'essere. Bello perchè parla un linguaggio semplice.

martedì 2 settembre 2014
Luca Scialo

Terzo film per Robert Redford, dopo l'ottimo esordio con Gente comune e il meno esaltante Milagro. Si conferma regista di talento, capace di raccontare storie e caratterizzare i personaggi. Qui traspone l'omonimo romanzo autobiografico di Norman McLean, in cui parla della sua giovinezza, trascorsa tra la timidezza, la rigidità religiosa del padre e il carattere ribelle del fratello. Vai alla recensione »

mercoledì 9 marzo 2016
vandamme84

 come dice la recensione che presenta questo film "un ritorno alla bellezza, alla purezza e che la nostra civiltà ha dimenticato". E' un film che fa riflettere, di quanto la vita scorra via come un fiume e di quanto tutto sia solo transitorio, così che da momenti assolutamente perfetti o bei tempi, ci si ritrovi poi a ricordare il passato ad avere nostalgia per [...] Vai alla recensione »

Frasi
Il mondo è pieno di bastardi il cui numero aumenta quanto più ci si allontana da Missula nel Montana.
Una frase di Paul Maclean (Brad Pitt)
dal film In mezzo scorre il fiume - a cura di mauser64
"Ognuno di noi, in un momento della propria vita, si troverà davanti bisognoso di aiuto qualcuno che ama e si porrà inesorabilmente la stessa domanda: "voglio porgergli aiuto Signore, ma come, se è così grande il suo bisogno?". Poichè è vero non riusciamo ad aiutare quelli a noi più vicini e non sappiamo quale parte di noi stessi sia meglio donare, o molto più spesso quello che decidiamo di donare non è quello che serve. E così sono coloro con cui viviamo e che dovremmo meglio conoscere che non capiamo. Ma possiamo continuare ad amarli. Si può dare un grande amore, anche senza comprendere fino in fondo!"
Il reverendo Maclean (Tom Skerritt)
dal film In mezzo scorre il fiume - a cura di vandamme84
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Lietta Tornabuoni
La Stampa

Robert Redford regista, sostenuto dalla bravura un poco oleografica ma splendente di Philippe Rousselot, il direttore della fotografia premiato con l’Oscar per questo film, s’abbandona alla bellezza perfetta, solenne e rischiosa della Natura: il Montana negli anni dal 1910 al 1935 è ritratto come un Eden di montagne, verde vegetazione e cascate impetuose con il suo grande fiume, il Blackfoot River, [...] Vai alla recensione »

Tullio Kezich
Il Corriere della Sera

Un film che conferma il difetto di Redford regista: la cura eccessiva dei particolari che sconfina nella pignoleria. "In mezzo scorre il fiume" regia di Robert Redford con Craig Sheffer, Brad Pitt, T. Skerrit, B. Blethyn. Bisognerà proprio leggerlo, appena arriverà in libreria nell'edizione italiana di Adelphi, questo romanzo breve In mezzo scorre il fiume, unico testo di fiction pubblicato dalla [...] Vai alla recensione »

Giovanna Grassi
Il Corriere della Sera

Robert Redford torna alla regia con "E in mezzo scorre il fiume", un’opera ecologica che celebra il rito della pesca ma anche un’intensa storia familiare. Interpreti: Brad Pitt, Craig Sheffer, Emily Lloyd. Giunge finalmente sugli schermi un film americano, "E in mezzo scorre il fiume" diretto e prodotto da Robert Redford, che dovrebbe piacere a tutti: spettatori difficili e facili, amanti di opere [...] Vai alla recensione »

Giovanna Grassi
Il Corriere della Sera

winner
miglior fotografia
Premio Oscar
1992
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati